Uncategorized

Disfunzioni Sessuali

Questi si suddividono in disturbo da avversione sessuale, descritto qui sotto, e disturbo da desiderio ipoattivo. L’attività sessuale è generalmente meno impegnativa di una moderata o intensa attività fisica ed è perciò generalmente sicura per i soggetti con malattia cardiaca. Sebbene il rischio di attacco cardiaco sia più alto durante l’attività sessuale che non a riposo, il rischio è comunque molto basso durante un rapporto sessuale. Alcune delle sostanze chimiche rilasciate dall’organismo durante il rapporto sessuale possono aiutare ad addormentarsi più facilmente. Il sonno insufficiente è un problema di salute pubblica, molto esteso, e il sesso potrebbe essere di aiuto per riuscire a dormire le 7-9 ore per notte raccomandate dai medici. Nel corso del rapporto sessuale e dell’orgasmo un cocktail di sostanze chimiche inonda il cervello, tra cui l’ossitocina, la dopamina e una massa di endorfine.

Bisognerebbe considerare prioritario discutere con il proprio chirurgo anche dell’aspetto sessuale e delle ripercussioni sulla vita di coppia dopo una protesi articolare. Non solo per prevenire complicazioni dopo l’intervento, come una lussazione di protesi, ma soprattutto per chiarirsi le idee rispetto agli effettivi benefici che ci si possano attendere dall’intervento. La mia specializzazione è l’impianto di protesi di anca e protesi di ginocchio per la cura dell’artrosi.

Come aumentare il testosterone in un uomo di 50 anni?

L’ipersessualità o dipendenza sessuale è un disturbo psicologico e comportamentale nel quale il soggetto sperimenta una necessità patologica ossessiva di avere rapporti sessuali o comunque di pensare al sesso, e ha quindi una dipendenza dall’attività sessuale (analoga a quella che si può avere per un qualsiasi tipo di

Può interagire con altri fattori di rischio causando o peggiorando la disfunzione erettile. Diversi studi, inoltre, hanno dimostrato che ha effetti negativi sulla spermatogenesi sulla concentrazione di spermatozoi nel liquido seminale, sulla loro motilità, vitalità e morfologia. Le sostanze tossiche contenute nel fumo possono provocare alterazioni genetiche negli spermatozoi che impediscono allo zigote di svilupparsi in modo normale . È corretto affermare che quasi tutti i problemi sessuali connessi con la diagnosi di tumore sono temporanei, ma anche le difficoltà permanenti legate alla sfera sessuale potranno essere affrontate e migliorate. Il primo elemento alla base di una buona ripresa dell’attività sessuale consiste nell’essere stati adeguatamente informati, prima di essere sottoposti ai trattamenti antitumorali, sulla possibile insorgenza di problematiche sessuali. È nota la difficoltà con cui sia gli operatori sanitari, sia i pazienti si confrontano con tale aspetto considerato appartenente alla sfera intima della persona e spesso non parte integrante della cura del tumore.

Flirt Senza Sesso: Per Gli Uomini È Inconcepibile

A volte l’assunzione di alcuni farmaci, e così pure malattie importanti, interventi chirurgici invasivi, eventi traumatici, un cattivo rapporto col proprio corpo, ma anche la nascita di un figlio possono ostacolare una buona soddisfazione sessuale. Come emerge da numerose ricerche effettuate per indagare il ruolo dello stile di vita sull’incidenza di diverse patologie andrologiche tra cui disfunzione erettile e infertilità, il fumo, l’alcol, la vita sedentaria e i chili in eccesso sono gli acerrimi nemici della salute sessuale maschile. La maggior parte dei pazienti sente di voler riprendere i rapporti sessuali dopo la diagnosi e il trattamento della malattia, ma i tempi e i modi con cui ricominciare variano da individuo a individuo. Inoltre, il periodo di quarantena forzata ha avuto, sulle coppie conviventi, un forte impatto sui livelli di soddisfazione sessuale. Nello specifico, dalla ricerca è emerso che la percentuale di soddisfatti della propria attività sessuale è diminuita dal 73% al 58%, mentre gli insoddisfatti sono aumentati dal 17% al 22%, con un restante 10% che è andato ad incrementare il gruppo dei neutrali, passato dal 10% al 20%. Il fumo di sigaretta è un fattore di rischio importantissimo nello sviluppo della disfunzione erettile in quanto amplifica notevolmente il rischio di impotenza, specie quando associato a patologie cardiovascolari e relative terapie farmacologiche.

attività sessuale

Il problema della secchezza vaginale può essere risolto con l’uso di gel lubrificanti a base d’acqua o di preservativi lubrificati. Il vaginismo consiste in una contrazione involontaria della muscolatura più esterna della vagina che rende difficile o impossibile la penetrazione, sia col pene, sia con le dita. In secondo luogo, poiché si è visto che a 20 anni solo il 50% delle donne raggiunge l’orgasmo mentre a 35 anni la percentuale sale fino all’85%, sembra ormai chiaro che le donne “imparano” con il tempo come possono avere l’orgasmo.

< h3 id="toc-1">Riduzione Dell’interesse E Del Desiderio Sessuale

Il sesso è una parte normale e importante della vita umana che contribuisce al benessere fisico, mentale e spirituale. Spesso viene vissuto come un argomento difficile e imbarazzante da trattare con il proprio medico dopo un intervento chirurgico di protesi articolare, nonostante la maggior parte dei pazienti ne siano preoccupati. Esprimere le proprie preoccupazioni al chirurgo ortopedico è un ottimo modo per ottenere chiarimenti e suggerimenti su ritornare all’attività sessuale in modo sicuro, sia dopo un intervento di protesi che in caso di problemi di artrosi.

  • Si manifesta nell’uomo e nella donna con il persistente ritardo, o assenza, dell’orgasmo dopo una fase normale di eccitazione sessuale e in presenza di un’adeguata stimolazione sessuale ricevuta.
  • Notare un colorito grigio e spento, una cute più secca e portata alla desquamazione così come un’esplosione di brufoletti potrebbe essere l’indizio di bisogno di rapporti sessuali.
  • L’esperto di Zucchi Wellness Clinic spiega come i disturbi della sessualità spesso siano correlati alla prostata e ai disturbi alle basse vie urinarie.
  • Un enorme parte della sfera sessuale, infatti è data da quanto ci sentiamo sexy ed attraenti per i nostri partner.
  • La fase di orgasmo nell’uomo è sempre molto intensa, nella donna può invece manifestarsi come un picco netto, o come una sensazione modesta e ad andamento ondulatorio, o ancora come un rapido e progressivo incremento della tensione sessuale.

Uno studio del 2016 pubblicato sul Journal of Health and Social Behavior ha appurato che i benefici dell’attività sessuale interessano anche la pressione sanguigna . In particolare, i ricercatori hanno scoperto che le donne di età compresa tra i 57 e gli 85 anni che esprimevano soddisfazione per la propria vita sessuale avevano meno probabilità di avere la pressione alta e un rischio inferiore di eventi cardiaci. Tuttavia, lo studio ha anche concluso che alti livelli di attività sessuale potrebbero aumentare il rischio di eventi cardiovascolari negli uomini. Gli autori infatti consigliano a chi ha problemi cardiaci di chiedere al proprio medico curante un consiglio su regolarità e intensità dei rapporti sessuali, in base al proprio stato di salute.

A Cura Di Michele Palloni, Personal Trainer Happiness Ancona

Inoltre, uomini affetti da obesità che hanno intrapreso un cambiamento di stile di vita con l’introduzione di regolare attività fisica hanno riportato significativi miglioramenti nella funzionalità erettile12. Ci si può piuttosto aspettare un graduale miglioramento della funzione sessuale dopo circa un anno dall’intervento di protesi del ginocchio, grazie alla riduzione del dolore e al miglioramento dei movimenti. È bene tener presente che determinate posizioni durante il sesso possono portare a complicazioni dopo l’impianto. Una delle preoccupazioni più comuni dopo la sostituzione dell’anca è la lussazione.

attività sessuale

Per questo motivo, il sildenafil e farmaci similari non andrebbero prescritti a pazienti in terapia con nitrati. Dopo un evento coronarico, molti pazienti affrontano con apprensione le circostanze o le attività ritenute pericolose a causa dell’impegno emotivo e fisico, e tra queste l’attività sessuale. Il medico e l’infermiere possono essere di aiuto nel consigliare il paziente, a patto di conoscere gli aspetti psicologici, quelli fisiopatologici e quelli farmacologici inerenti la vita sessuale.

La normale attività sessuale è il risultato di una complessa interazione che riguarda sia la mente che il corpo. La risposta sessuale viene prodotta dalla collaborazione tra mente, sistema nervoso, apparato circolatorio ed endocrino . La risposta sessuale maschile è sotto il controllo di un delicato e bilanciato equilibrio tra questi sistemi.

Generalmente si manifesta, sia negli uomini che nelle donne, durante la penetrazione, ma può insorgere anche prima o dopo il rapporto. Se si protrae nel tempo può compromettere non solo la relazione con il partner, ma ridurre il desiderio sessuale e inibire l’eccitazione. Prima dell’infarto miocardico la coppia aveva rapporti sessuali con una frequenza di 1-2 volte la settimana.

Tali comportamenti sessuali infine creano disagio a tal punto da interferire con il funzionamento sociale, lavorativo e/o relazionale. Inoltre l’attività sessuale si presenta come risposta a stati d’animo spiacevoli (es. umore depresso) o come strategia per ridurre lo stress. Nel caso dell’artrite il dolore alle articolazioni può essere di ostacolo al contatto sessuale.

Tuttavia, sia negli uomini che nelle donne, il normale invecchiamento determina cambiamenti che a volte influenzano la capacità di fare sesso e di godere di questo. Il sesso è uno dei piaceri della vita ed è quindi più che comprensibile il desiderio di tanti di conservare la funzione sessuale anche nella terza età. La conservazione, o meno, di tale capacità fin nella vecchiaia dipende in gran parte dallo stile di vita che ciascun individuo segue nel corso della propria esistenza. È bene, quindi, iniziare a pensarci già da giovani o correre ai ripari al più presto.

attività sessuale

Fin dall’inizio della propria attività clinica si è interessata alla salute sessuale e riproduttiva della donna e della coppia più in generale. Ha una formazione specifica in ambito sessuologico e un dottorato di ricerca in medicina della riproduzione su tematiche psicorelazionali nell’ambito della fecondazione assistita. E’ psicologa di riferimento presso il Centro Futura Diagnostica Medica P.M.A. Si occupa primariamente di disfunzioni sessuali, problematiche di coppia e relazionali, oltre che di orientamento, accompagnamento e sostegno psicologico ai percorsi di fecondazione assistita omologa ed eterologa. La dipendenza dal sesso (o ipersessualità) ha un profondo impatto sulla vita emotiva della persona (a seconda dei casi si può sperimentare un incremento dell’ansia, inadeguatezza, colpa, vergogna, depressione e aggressività).