Uncategorized

Eiaculazione Precoce

I sessuologi hanno stimato in una pubblicazione scientifica la durata di un rapporto sessuale. Secondo uno studio internazionale un rapporto sessuale, preliminari compresi, dura da 1 a 10 minuti. Per misurare il tempo tra penetrazione ed eiaculazione è stato affidato alle partner un cronometro e la media dell’amplesso si collocava intorno ai 7,3 minuti. Spesso alla coppia viene insegnata una “terapia comportamentale”, che consiste in una serie di esercizi progressivi da eseguire per migliorare il controllo dell’eiaculazione.

Eiaculazione precoce

Secondo Leonore Tiefer, sessuologa della New York University non c’è una normalità in questo campo, così come non c’è una “normalità” nel colore dei capelli. Come anticipato, l’eiaculazione precoce può essere associata alla coesistenza del frenulo breve. In alcuni casi, trattando il frenulo breve, si può ottenere un miglioramento dello slittamento del prepuzio , migliorando il benessere sessuale del paziente e riducendo un’eccessiva stimolazione del glande.

Cura Delleiaculazione Precoce

Allo stato attuale, la percentuale di successo terapeutico risulta molto elevata ed è quindi buona norma consultarsi con un Andrologo Specialista, in grado di indagare a fondo la problematica e stabilire la giusta cura per l’eiaculazione precoce. Si tratta di effettuare un preciso inquadramento eziopatogenetico e iniziare, se necessario, una “Terapia comportamentale”, che prevede l’analisi psicologica del paziente con la ricostruzione delle sue idee nei confronti della sessualità e la ricostruzione della sua storia di vita e del contesto socio-culturale in cui si è sviluppata. Specialista in Psicoterapia e in Sessuologia Clinica – Diagnosi, Consulenza e Terapia delle Disfunzioni sessuali maschili, femminili e di coppia. Direttore del Centro studi di Psicoterapia “Arca” e Direttore Scientifico della Rivista di Psicologia Psicoterapia e Sessuologia “ARCA “.

Come comprare il Viagra originale?

Il Viagra Originale può essere facilmente acquistato nella nostra farmacia online, dove puoi trovare anche informazioni specifiche sul farmaco e le sue indicazioni per l’uso. Anche la consegna avviene in maniera rispettosa della tua privacy non lasciando trasparire in alcun modo il contenuto del pacco.

Attualmente, gli specialisti indicano che le cause sono complesse interazioni tra fattori psicologici e biologici. In alcuni casi, infatti, può essere associata anche a cause mediche, come problemi ormonali, lesioni o effetti collaterali di alcuni farmaci. Nel trattamento della eiaculazione precoce sono spesso pubblicizzati in ambito non medico prodotti per uso locale – creme, pomate, spray – che dovrebbero realizzare una riduzione della sensibilità peniena con conseguente ritardo dell’eiaculazione. Si tratta nella gran parte dei casi di prodotti non registrati ne’ come farmaci ne’ come cosmetici , spesso reperibili solo su internet, che contengono comunque, anche se non dichiarati, principi farmacologici attivi con tipologia e dosaggio sconosciuto .

< h3 id="toc-1">Leiaculazione Precoce Si Puo Curare!

L’avere un rapporto sessuale meno frequentemente di quanto desiderato potrebbe peggiorare il problema, rendendo il soggetto ancora più sensibile. L’eiaculazione precoce è raramente provocata da malattie, anche se l’infiammazione della ghiandola prostatica, l’iperattività della ghiandola della tiroide o una malattia del sistema nervoso possono esserne la causa. E’ un disturbo frequente , ma difficile da quantificare (passando dal 3% al 30% a seconda degli studi epidemiologici nella popolazione generale). Basti dire che la maggior parte dei pazienti mostra sorpresa quando scopre che la media di durata del rapporto sessuale in Italia è di circa 5 minuti.

Eiaculazione precoce

Sarà compito dell’andrologo curante individuare cause locali o sistemiche e richiedere gli esami più opportuni. Possiamo considerare cause endocrine cause neurologiche , cause psicogene legate a problemi di coppia e di relazione, uso di farmaci o droghe . La terapia comportamentale, comprese le strategie mirate a ritardare l’eiaculazione, aiuta la maggior parte degli uomini.

< h3 id="toc-2">Cause Organiche Delleiaculazione Precoce

Appare tuttavia evidente come tale modello non sia sufficiente a contenere i numerosi casi di insoddisfazione di coppia associati ad una tempistica superiore al minuto ma ritenuta inadeguata dall’uomo e dalla partner. Attualmente la definizione diagnostica maggiormente sostenuta dalla sessuologia scientifica si centra sulla carente percezione e possibilità di controllo dell’individuo con eiaculazione precoce sui tempi del processo di eccitazione sessuale e quindi sul raggiungimento della soglia psicofisiologica di attivazione del riflesso eiaculatorio. A tale condizione deve associarsi l’insoddisfazione e il disagio soggettivo dell’uomo e/o della partner per potersi correttamente configurare una diagnosi di eiaculazione precoce. Più raramente l’eiaculazione precoce è causata da anomalie anatomiche come la brevità del frenulo del pene o da patologie infiammatorie della prostata; anche in queste situazioni il ruolo dell’andrologo è fondamentale, in quanto una diagnosi corretta permette di risolvere brillantemente il problema con una semplice terapia farmacologica o un piccolo intervento. Bisogna distinguere e inquadrare la eiaculazione precoce primaria dalla eiaculazione precoce secondaria.

Nell’esperienza clinica pratica, i soggetti affetti da questo disturbo hanno un tempo di latenza eiaculatoria intravaginale – il cosiddetto IELT – inferiore ai cinque minuti e la gran parte di essi ha una soglia eiaculatoria durante la penetrazione vaginale inferiore ai tre minuti . Non sono rari i casi di eiaculazione precoce definita “ante portam” , che interviene ancor prima della penetrazione. Trattandosi di una patologia che in alcuni casi è presente fin dall’adolescenza, è molto difficile dare consigli su come evitarla e su come ritardare l’eiaculazione con rimedi fai-da-te. Possiamo dire, tuttavia, che il problema non andrebbe sottovalutato, per non compromettere e/o portare a un deterioramento del rapporto di coppia con l’insorgenza di problemi psicologici di coppia. All’interno della coppia, inoltre, aiutare il partner parlandone apertamente e invitandolo a rivolgersi ad uno specialista, può rappresentare un’azione importante per aumentare la consapevolezza sulle possibili strategie da mettere in atto. L’eiaculazione precoce rappresenta il disturbo sessuale maggiormente presente nel maschio e rappresentato in tutte le età.

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social network e per analizzare il traffico sul nostro sito. Tecniche chirurgiche a scopo desensibilizzante quali la neurotomia glandulare o il filler glandulare possono trovare il loro spazio in casi super selezionati. Impiego cronico degli inibitori selettivi della serotonina (avendo letto il paragrafo precedente ci spieghiamo il perchè). Sicuramente utili, ma prescrivibili fuori tabella, off label, e con possibili ripercussioni a breve e lungo termine sulla sfera sessuale ed umorale. Uso on demand di anestetici locali, spesso utili nei casi di frenulo corto e ipersensibiltà del glande. Sarebbe utile d’altro canto che l’andrologo collabori a stretto giro con un sessuologo clinico, per analizzare e trattare anche la componente psicogena spesso dominante, ed adottare anche tecniche comportamentali che possano aiutare nella gestione del problema.

Eiaculazione precoce

Molto spesso questi esercizi per il pavimento pelvico vengono chiamati “esercizi di Kegel” o “ginnastica pelvica”. Alessandro Rotello si occupa ed utilizza tecniche mentali e fisiche per migliorare i problemi di eiaculazione precoce dal 2008. Nel 2010 ha creato il metodo “Comanda la Tua Eiaculazione”, il primo metodo che aiuta l’uomo a dominare e controllare la propria eiaculazione precoce senza l’utilizzo di farmaci, ma solo con l’ausilio di tecniche mentali e fisiche.

< h3 id="toc-4">Eiaculazione Precoce: Da Che Cosa Dipende, Come Si Cura

Dal Luglio 2009 disponiamo di un farmaco specifico per il trattamento della eiaculazione precoce. La molecola si chiamaDAPOXETINAe la sua messa a punto deriva dall’esperienza accumulata nella cura dell’ eiaculazione precoce con i farmaci SSRIs già menzionati. E’ anch’essa un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina ad azione molto rapida.

Con questa terminologia si intende di norma l’impossibilità di un uomo di eiaculare e di avere un orgasmo normalmente nel corso del rapporto con una donna e di riuscire invece quando è solo, masturbandosi. Nelle formesecondarieoccorre che il sessuologo, nel corso della consulenza iniziale, faccia particolarmente attenzione alla ricostruzione anamnestica, cioè alla storia, del disturbo e della persona cui si appresta a fornire il proprio aiuto. In questa tipologia di precocità, infatti, rientrano forme semplici da diagnosticare e in genere da curare e forme particolarmente insidiose e complesse, che richiedono al terapeuta grande esperienza e competenza, perché possono riservare, sia lui che al paziente naturalmente, false partenze e delusioni. Dopo questa prima fase con una Sex Therapy è possibile intervenire sul contesto personale psichico e relazionale al fine di superare le cause profonde del disturbo e migliorare le potenzialità della coppia. Che si verifica sporadicamente in una normale attività sessuale e la “sensazione soggettiva” di soffrire di E.P.

Alcuni farmaci e alcune droghe possono modificare i messaggeri chimici cerebrali e alterare il regolare stato psicologico, anticipando l’eiaculazione durante i rapporti. La terapia comportamentale funziona al meglio all’interno di relazioni stabili poiché l’assistenza e la comprensione della partner sono fondamentali per la buona riuscita della stessa. La terapia comportamentale dell’Eiaculazione Precoce è contemplata in assenza di adeguati trattamenti farmacologici e si basa sulle tecniche dello squeeze e dello stop&start. Per quanto riguarda le cure è chiaro e intuitivo che qualora il problema abbia alla sua origine problematiche organiche ben evidenti, la cure delle stesse sarà risolutiva. Parliamo in questo caso delle cure per una eventuale prostatite, il trattamento chirurgico di un frenulo corto o di una fimosi.

  • Al centro del problema dell’eiaculazione precoce vi è, quindi, la mancata capacità di controllo di questo atto da parte dell’uomo.
  • Sembrerebbe di poter dire che la persona non può rilassarsi dentro una donna e, quando un po’ vi riesce, deve farlo rapidamente e non del tutto.
  • Interventi di questo tipo, come dimostra l’esperienza, rischiano di portare più danno che benefici alle persone che si intendono aiutare.
  • L’eiaculazione precoce può essere associata anche a problemi di erezione e questo può complicare la diagnosi differenziale.
  • Trattandosi di una patologia che in alcuni casi è presente fin dall’adolescenza, è molto difficile dare consigli su come evitarla e su come ritardare l’eiaculazione con rimedi fai-da-te.

Potrebbe essere necessario un po ‘di pratica per farlo bene, ma è stato dimostrato che questo aiuta. Il difetto è rappresentato dalla carenza localizzata di SEROTONINA (5-HT) , un neurotrasmettitore, ossia una messaggero chimico che collega una fibra nervosa alla successiva ed ha probabilmente cause di tipo genetico. Le forme secondarie intervengono invece dopo un periodo di normalità e sono generate da patologie organiche, quali irritazioni della cute del pene , prostatiti, vescicoliti, malattie delle vie nervose, diabete etc.