Uncategorized

Eiaculazione

In altre parole, da dopo la prima contrazione, è impossibile interrompere volontariamente l’eiaculazione. A controllare l’emissione dello sperma dal pene è il sistema nervoso simpatico. Preceduta dall’erezione del pene, l’eiaculazione arriva al termine di un’adeguata stimolazione sessuale. Il liquido seminale, oltre a raccogliere gli spermatozoi , provvede anche alla loro nutrizione. Nell’uomo, l’eiaculazione è la parte conclusiva dell’orgasmo e ha luogo dopo un’adeguata stimolazione delle zone erogene e degli organi sessuali. Le cause della presenza di sangue nello sperma sono da ricondurre ad un processo infiammatorio non specifico dell’uretra , della prostata o delle vescicole seminali (vescicolo-deferentiti).

La velocità dell’arco riflesso e l’efficacia del controllo che il cervello è in grado di determinare sull’arco riflesso stesso (attraverso le vie cortico-midollari) hanno una fortissima base genetica, biologicamente determinata, che può essere modulata. E’ allora che si cominciano a mettere in atto soluzioni che si credono utili al superamento del problema mentre invece lo mantengono o lo aggravano. La partner spesso non sa che ruolo svolgere e quindi limita le sue azioni stimolative sul partner credendo di aiutarlo ma così facendo non fa altro che rinforzare il lui la consapevolezza di non essere uno capace di “fare l’amore”. Se la situazione persiste questa insicurezza può estendersi anche alla capacità di erigere inducendo, per trascinamento, un deficit erettivo. In alcuni casi, dopo aver valutato correttamente l’indicazione, potrebbe essere utile la circoncisione terapeutica, associata a neurotomia glandulare.

eiaculazione

L’uretra è un piccolo canale che inizia a livello della vescica, percorre tutto il pene e serve all’espulsione dell’urina e dello sperma. L’espulsione di urina e sperma avviene attraverso il meato urinario, situato sul glande del pene. Eiaculazione è il termine che indica, solitamente, l’atto di emissione del liquido seminale dal pene, ossia l’organo riproduttivo maschile. L’eiaculazione precoce, definita come “l’eiaculazione persistente o ricorrente con minima stimolazione prima, durante o immediatamente dopo la penetrazione e prima che la persona lo desideri”, rappresenta uno dei più frequenti motivo di consulto andrologico. L’eiaculazione precoce è attualmente riconosciuta da prestigiose Società e Autorità scientifiche internazionali come una condizione medica, con una importante componente organica, che risulta associata ad un disordine nel controllo serotoninergico dell’eiaculazione.

Rimedi Per Leiaculazione Precoce

Se il Paziente mostra buona responsività al trattamento farmacologico ed esegue con impegno e continuità gli esercizi rieducativi, si realizzano le condizioni ottimali per ottenere il massimo giovamento dalla terapia. Interessanti sono le domande che la donna si pone e pone al partner, a seconda del disturbo sessuale di cui lui soffre . Nel nostro studio realizziamo un SEX-TRAINING per il trattamento rapido ed efficace della EP che permette in poche sedute mirate e specifiche di far acquisire tecniche di comportamento sessuale attraverso una integrazione piena fra mente e corpo.

Questa definizione però, come già abbiamo detto, non può contemplare tutte le sfumature cliniche dell’eiaculazione precoce, le quali richiedono un approccio terapeutico su misura delle esigenze del paziente. Fattori psicosessuali, personali, quali stress, ansia, carenza cronica di sonno, creati o peggiorati da problemi relazionali di coppia, come i conflitti, possono ulteriormente modulare la velocità del riflesso eiaculatorio e l’intensità del piacere percepito. Come per il deficit erettile e l’eiaculazione precoce, il disturbo sessuale maschile determina nella donna l’insorgenza di vissuti di inadeguatezza, frustrazione ed aggressività verso il compagno, in quanto come afferma Kaplan “interpreta il problema del marito come un ripudio personale” (Kaplan, 1974,pg.375).

< h3 id="toc-1">Cause Psicologiche

Sia dieci secondi che dieci minuti possono essere vissuti come sesso soddisfacente. Più duraturo non è necessariamente sempre migliore; dieci secondi di intimità e eccitazione intensi sono meglio di dieci minuti di routine e di noia. Se l’eiaculazione precoce è un problema allora deve essere ricercato aiuto in ambito professionale, i risultati del trattamento possono essere molto buoni. Bisogna distinguere e inquadrare la eiaculazione precoce primaria dalla eiaculazione precoce secondaria. Quest’ultima è una sintomatologia insorta non dai primi rapporti sessuali ma successivamente nel tempo.

  • La maggior parte dei giovani maschi impara a ritardare l’orgasmo con l’esperienza sessuale e con l’età, ma alcuni continuano ad eiaculare precocemente e possono cercare aiuto per il proprio disturbo.
  • Si potranno così comprendere le cause della disfunzione e avere le cure necessarie.
  • Alcuni farmaci e alcune droghe possono modificare i messaggeri chimici cerebrali e alterare il regolare stato psicologico, anticipando l’eiaculazione durante i rapporti.
  • Stimare l’incidenza della disfunzione erettile sulla popolazione maschile ancora oggi è difficile; infatti per valenze culturali, etiche e sociali non sempre è facile ricorrere al medico per avere consigli e aiuto per questo problema.

La psicologia comportamentista come si è già visto in precedenza associa la manifestazione del disturbo ad una educazione sessuale molto rigida o ad un avvenimento traumatico legato all’esperienza sessuale del soggetto. L’ansia e la difficoltà ad abbandonarsi all’esperienza sessuale sono determinanti nell’inibire la risposta eiaculatoria. E’ più frequente però che il soggetto non raggiunga l’orgasmo durante il coito, ma solo attraverso la stimolazione manuale o orale da parte della partner oppure masturbandosi.

< h3 id="toc-2">Cos’è L’eiaculazione Precoce?

La farmacoterapia spesso affianca la psicoterapia e si basa su due classi di farmaci che inducono l’effetto di ritardare l’eiaculazione. Se necessario l’attenzione sarà rivolta anche all’analisi degli aspetti psicologici più profondi (personalità, relazioni, credenze sessuali, storia di vita e contesto socio-culturale di appartenenza). Quest’ultima prevede generalmente la partecipazione di entrambi i membri della coppia e implica una serie di prescrizioni e di esercizi da eseguire insieme al partner. Oggi il mondo del porno ha influenzato i giovani portandoli a false credenze sulla performance sessuale.

Qual è il momento migliore per fare l’amore?

Attività fisica : l’esercizio fisico può aiutare a migliorare la circolazione del sangue, ridurre, naturalmente, l’ipertensione e il colesterolo, ristabilire l’equilibrio ormonale, ma anche a dimagrire. Tutti questi fattori permettono di combattere la disfunzione erettile e, quindi, mantenere l’erezione.

Questi farmaci sono utilizzati perché uno dei loro effetti collaterali è l’inibizione dell’orgasmo, che aiuta a ritardare l’eiaculazione. Il Tramadol è un farmaco che è stato utilizzato per molti anni per controllare il dolore e può essere usato anche per ritardare l’eiaculazione. I principali trattamenti basati includono trattamenti contro le infezioni, la sospensione dei farmaci, l’inseminazione artificiale, l’iniezione intracitoplasmatica di sperma , la fecondazione in vitro e la chirurgia ricostruttiva, terapia sessuale.

In realtà può variare considerevolmente nel tempo nell’ambito di una singola relazione. A volte l’orgasmo può subentrare nel giro di secondi, altre dopo 5 minuti, altre ancora dopo un periodo più prolungato. Premesso che tutto ciò è soddisfacente per entrambi i partner, e spesso lo è, non dovrebbe essere vissuto come un problema.

Per esempio, gli uomini che hanno un’eiaculazione retrograda possono chiedere che vengano rimosse le cellule spermatiche dalle loro urine. Anche alcune malattie possono portare ad aspermia, specialmente negli uomini più anziani. Tra le possibili cause ci infezioni e trattamenti precedenti per altre malattie come le radiazioni per il cancro alla prostata.

Il disagio è vissuto anche dal partner il quale, inconsapevolmente, ne aggrava il disturbo e soffre lui stesso. Spesso l’eiaculazione rapida viene letta dal partner come mancanza di rispetto e di attenzione o come indice di egoismo. Alcuni ricercatori prendono come punto di riferimento, per poter parlare di precocità nell’eiaculazione, il fatto che l’uomo non sia in grado di trattenersi in modo tale che la donna sia soddisfatta in almeno il 50% dei casi. Essa deve causare disagio o difficoltà interpersonali e non deve essere dovuta agli effetti diretti di una sostanza/farmaco o condizione medica. Consiste nella risoluzione della patologia di base e/o nella terapia comportamentale sessuologica. I nervi tra il midollo spinale e il pene possono danneggiarsi durante la chirurgia pelvica.

eiaculazione

Tali traguardi vengono raggiunti in poche sedute ( 4-5 ) in modo da far apprendere subito un atteggiamento positivo ed efficace che porti nell’atto sessuale ad avvalersi di tutta l’energia esprimibile dalla unità funzionale mente e corpo. Per una ottimizzazione dei tempi e dei risultati possono essere applicate anche tecniche di Biofeedback e ipnotiche. Sarà importante rafforzare anche la vostra autostima sessuale e superare le vostre insicurezze per arrivare a considerarvi, finalmente, uomini normali che approcciano il rapporto sessuale senza quelle ansie e quelle paure che spesso vi bloccano fino a farvelo evitare. Succede spesso che gli uomini affetti da Eiaculazione Precoce cerchino di sapere per prima cosa se si tratti di una patologia organica o di un disturbo su base psicologica.

L’eiaculazione precoce può scomparire da sola man mano che acquisisci sicurezza e lasci alle spalle le ansie per il sesso. Ciò potrebbe non accadere, tuttavia, ed è probabile che dovrai provare alcune tecniche di auto-aiuto o affrontare le preoccupazioni o le ansie sottostanti che hai per superarlo. L’aneiaculazione, specialmente nella variante orgasmica, spesso non è distinguibile dalla eiaculazione retrograda. L’analisi delle urine, finalizzata alla ricerca di spermatozoi nell’urina, permette la diagnosi corretta. Così ricorre a strategie “fai da te” aggravando la sintomatologia senza risolvere il problema. Alcuni maschi riescono a ritardare l’eiaculazione nell’ambito di una relazione stabile, ma manifestano nuovamente i sintomi dell’eiaculazione precoce quando hanno un nuovo partner.