Uncategorized

Impotenza E Infertilita

Il medico solitamente raccoglie tutte le informazioni che aiutano a capire meglio la causa del problema, successivamente passa ad un esame fisico valutando la salute generale, lo stato dei testicoli, del pene e della prostata. Siamo nella sfera sessuale maschile e per impotenza si intende una disfunzione erettile che non consente un rapporto sessuale normale e soddisfacente per la coppia. Le diverse cause che possono determinare l’insorgenza di una disfunzione erettile si distinguono in psicogene, endocrine, neurogene, vascolari , e iatrogene . È importante sottolineare che delle diverse cause possibili, alcune sono“non modificabili” perché legate a situazioni patologiche, mentre altre sono invece“modificabili” perché legate a fattori comportamentali. Esistono poi delle condizioni predisponenti che pur non essendo cause dirette di deficit erettile sono in grado di aumentarne esponenzialmente il rischio. È necessaria in primo luogo la stimolazione sessuale per causare il rilascio dell’ossido nitrico nei corpi cavernosi del pene.

impotenza

L’aiuto psicologico è consigliato negli uomini di età inferiore ai 40 anni, poiché in tali casi la causa della malattia è di natura mentale. Tipicamente sono prive di effetti collaterali e utilizzabili da ogni categoria di paziente; l’efficacia è sicuramente inferiore rispetto ai PDE5. La caratteristica principale del disturbo è, secondo il DSM-IV , la persistente o ricorrente incapacità di raggiungere, o di mantenere fino al completamento dell’attività sessuale, un’adeguata erezione con conseguente disagio per il soggetto per il quale le difficoltà relazionali e di approccio sessuale risultano compromesse. La minor quantità di sangue che affluisce nel pene non è la sola causa vascolare dell’impotenza.

Forme Di Impotenza

A un certo punto – più tardi è, meglio è – il sangue deve pur defluire e lo fa attraverso le vene. Un livello elevato di colesterolo – e in particolare un LDL, o colesterolo «cattivo», troppo alto e un HDL, o colesterolo «buono», troppo basso – sono fattori che lasciano presagire l’impotenza e, statisticamente parlando, sono probabilmente più significativi del livello di testosterone. I motivi possono essere i più svariati ma, prima di attribuire a uno di essi la colpa di una disfunzione erettile, occorre aver escluso le cause seguenti. Sesso e farmaci spesso non vanno d’accordo e i medicinali rappresentano almeno il 25% delle cause di impotenza. Se le vostre prestazioni lasciano a desiderare, controllate tutti i farmaci che prendete siano su prescrizione medica o da banco.

impotenza

Il primo intervento del medico consiste nell’assicurarsi che la terapia prescritta sia appropriata per curare quei problemi di salute che possono causare o, peggiorare, la disfunzione erettile . Una difficoltà occasionale, spesso non viene considerata come una condizione di disfunzione erettile. Una delle condizioni che esclude una possibile causa organica è la presenza di erezioni notturne. L’impotenza erigendi o meglio conosciuta scientificamente con il termine di Deficit Erettile, è quella condizione prettamente maschile, che viene definita secondo ISS e OMS (organizzazione mondiale della sanità), come l’incapacità di raggiungere o mantenere l’erezione al fine di avere un rapporto soddisfacente. Potenziando gli effetti dell’ossido nitrico, questi medicinali migliorano l’afflusso di sangue ai corpi cavernosi, di conseguenza anche la capacità di avere un’erezione.

< h3 id="toc-1">Disfunzione Erettile O Impotenza

Le altre fasi della risposta sessuale, desiderio e orgasmo, possono mantenersi inalterate, per cui l’uomo puo’ desiderare anche intensamente il rapporto sessuale ed eiaculare, avendo un orgasmo anche a pene flaccido o semiflaccido, oppure si possono presentare associate una perdita generale di libido e difficolta’ eiaculatorie. I fattori psicosociali sono importanti in ogni forma di disfunzione erettile, qualsiasi siano le cause. È infatti sempre più auspicabile riacquistare un certo controllo sulla propria erezione basandosi su abilità e strategie che possono essere autogestite piuttosto che dipendere da sostanze esterne quali i farmaci.

impotenza

L’infarto del miocardio determina un deficit erettile in oltre il 45% dei pazienti e una più alta frequenza di disfunzione erettile si riscontra nei soggetti conictus o altriincidenti cerebrovascolari (circa l’85%). Il sildenafil è un inibitore della fosfodiesterasi 5, una sostanza contenuta nei tessuti erettili responsabile della perdita dell’erezione. Provoca vasodilatazione e quindi un maggior afflusso di sangue in vari distretti del corpo tra cui il pene. Protrae anche il rilassamento della muscolatura liscia dei corpi cavernosi e ciò aiuta quindi a mantenere l’erezione.

< h3 id="toc-2">Cos’è L’impotenza

Per tale motivo è più facile comprendere l’impotenza psicogena come dovuta ad un’ansia da prestazione, potenzialmente mantenuta da un circolo vizioso . Rimasto sconvolto dal suo passato insuccesso, egli potrà verosimilmente preoccuparsi che la cosa riaccada e, sperimentando ansia, di fatto automaticamente renderà più probabili i futuri “fallimenti”. D. La disfunzione sessuale non è meglio spiegata da un disturbo mentale non sessuale o come conseguenza di un grave disagio relazionale o di altri significativi fattori stressanti e non è attribuibile agli effetti di una sostanza/farmaco o di un’altra condizione medica. Altro metodo sono le protesi e consistono nell’inserimento all’interno del pene di un dispositivo meccanico. Tra le più utilizzate ci sono quelle di tipo idraulico costituite da due cilindri inseriti nel pene, una pompetta applicati fuori dallo scroto e una serbatoio di liquido a lato della vescica. Si preme sulla pompetta facendo defluire il liquido del serbatoio nei cilindri i quali gonfiandosi inducono l’erezione, al termine del rapporto si preme in senso inverso sulla pompetta e il liquido torna nel serbatoio e il pene assume la posizione di riposo (altro metodo evidentemente poco naturale e poco comodo!).

  • La Food and Drug Administration , l’ente governativo statunitense che autorizza i prodotti alimentari e i farmaci, ha emesso avvertenze su diversi tipi di “composti a base di erbe” perché contengono farmaci potenzialmente dannosi non elencati nell’etichetta.
  • In tale ambito l’inibizione del desiderio sessuale è uno dei primi sintomi ad apparire ed uno degli ultimi a scomparire una volta risolto lo stato depressivo, considerando peraltro che gli stessi antidepressivi possono interferire con la sessualità.
  • La diagnosi di basa sull’esame obiettivo, per determinare eventuali affezioni della prostata, e su test specifici volti ad accertare la presenza di una delle malattie che possono causare disfunzione erettile.
  • Secondo l’autrice per ovviare a questo problema, sarebbe necessario astenersi dalla visione di materiale pornografico per alcuni mesi (6-12 settimane), per permettere al cervello di “disintossicarsi”.
  • Le tecniche cognitive per la cura dell’impotenza sessuale maschile si focalizzano sulla ristrutturazione cognitiva di atteggiamenti, modi di pensare e credenze disfunzionali irrealistiche riguardanti il sesso.

Le difficoltà di erezione dell’impotenza sono spesso associate ad ansia sessuale, timore di fallimento, preoccupazioni sulla prestazione sessuale e ad una ridotta sensazione soggettiva di eccitazione sessuale e di piacere. In caso di disfunzione erettile di natura psicogena, l’intervento psicosessuale è indispensabile per individuare e rimuovere i fattori che l’hanno generata. La terapia psicosessuale è utile anche in caso di disfunzione organica o mista per alleviare il senso di ansietà che deriva dal disagio di un deficit erettile. Può essere effettuato anche un esame psicosociale, per aiutare a rivelare i fattori psicologici che possono influenzare le prestazioni.

Terapia Causale

In linea generale, l’impotenza è invece una condizione di incapacità del soggetto di sesso maschile a raggiungere o a mantenere un’erezione sufficiente a condurre un rapporto sessuale soddisfacente. I pazienti affetti da deficit erettile di tipo vascolare e, in alcuni casi di tipo psicogeno, si possono giovare di un trattamento con i farmaci inibitori dell’enzima fosfodiesterasi di tipo 5 , che potranno essere somministrati al bisogno oppure secondo cadenza giornaliera. La condizione necessaria-sufficiente affinché questi farmaci funzionino è che i fasci nervosi responsabili dell’erezione non abbiano subito danni da chirurgia o traumi pelvici. Nella maggioranza dei casi, l’origine del disturbo risiede in un problema a carico dei vasi sanguigni o dei nervi del pene, altre volte riguarda fattori ormonali, strutturali-anatomici, farmacologici, traumatici o psichici. Quando si ha il sospetto che l’impotenza fondi le sue cause in una patologia neurologica, l’integrità del sistema nervoso può essere accertata misurando i potenziali evocati corticali e sacrali.

I meccanismi attraverso i quali i fattori psicologici possono favorire l’insorgenza di una disfunzione erettile non sono ancora completamente conosciuti. Un ruolo fondamentale è sicuramente svolto dall’iperattività del sistema nervoso simpatico, che si verifica ad esempio in condizioni di stress. Una condizione particolare è rappresentata dalla cosiddetta“ansia da prestazione”, che determina un effetto inibitorio sull’erezione ed è frequente tra i giovani alle prime esperienze sessuali, nell’affrontare una nuova partner o dopo il verificarsi di un primo fallimento nei rapporti sessuali.

< h3 id="toc-4">Cause Della Disfunzione Erettile

Puo’ essere basata su esperienze negative pregresse, su esagerata reattivita’ ai normali cali di erezione durante i preliminari e il rapporto, eccessiva attenzione al piacere della partner che pregiudica l’abbandono necessario e l’ascolto delle proprie sensazioni, pretese di prestazioni da parte della partner, ecc. In linea con questo, i disturbi erettivi secondari (che si presentano cioe’ successivamente ad un periodo di normale funzionamento) sono molto più comuni delle forme primarie che possono sottendere patologie piu’ complesse. La Disfunzione Erettile è definita come la persistente o ricorrente incapacità di ottenere o mantenere una erezione peniena adeguata per il completamento dell’attività sessuale.

Quanto tempo ci vuole per fare effetto Viagra?

In media, il Viagra dura di solito tra le due e le tre ore prima che i suoi effetti inizino a diminuire. Il Viagra può durare fino a cinque ore o più a seconda del dosaggio, del metabolismo del corpo e di altri fattori esterni.

Perché si possa parlare di impotenza o disfunzione erettile, l’anomalia deve causare notevole disagio o difficoltà interpersonali. Non deve essere attribuibile esclusivamente agli effetti fisiologici diretti di una sostanza o di problemi medici generali. L’impotenza è dovuta a cause ormonali, quando dipende da una di quelle condizioni mediche che alterano la produzione degli ormoni coinvolti nel fenomeno dell’erezione peniena.

Questo approccio terapeutico consiste nell’iniettare all’interno dei corpi cavernosi del pene sostanze farmacologiche che con la loro attività vasodilatatrice inducono l’erezione. Tale terapia è indicata in caso di fallimento della terapia orale o come prima linea nella riabilitazione della funzione erettile dopo prostatectomia radicale. In seguito a trattamento radioterapico per carcinoma prostatico, infatti, è stato registrato un deficit erettile in una percentuale variabile dal 30 all’85% dei pazienti trattati. Recenti studi hanno rilevato che l’attività fisica, in particolare quella aerobica da moderata a vigorosa, può migliorare la disfunzione erettile.

Così come potenzialmente inibenti la funzione sessuale sono il tabacco, l’alcol e le droghe, quali la marijuana, l’LSD, la cocaina e le anfetamine. L’erezione è un processo complesso che coinvolge cervello, ormoni, nervi, muscoli e vasi sanguigni. Per esempio, un problema fisico che peggiora l’erezione potrebbe causare l’ansia che, a sua volta, potrebbe aggravare la disfunzione erettile. L’impotenza è dovuta a cause neurologiche, quando deriva da quelle condizioni mediche che pregiudicano la salute del sistema nervoso centrale e dei nervi deputati al controllo del pene. L’impotenza è l’incapacità di avere o mantenere un’erezione del pene, anche a dispetto di un buon desiderio sessuale.