Uncategorized

Impotenza In “universo Del Corpo”

Disturbi erettili possono essere anche la conseguenza dell’assunzione di alcuni farmaci (antipertensivi, beta-bloccanti, alcuni antiaritmici, alcuni antiacidi, antidepressivi e sonniferi). Lo stesso effetto ha anche l’abuso di alcol e nicotina e l’uso di sostanze stupefacenti come la cocaina. Le modalita’ psicoterapeutiche di intervento devono tener conto delle varie determinanti del disturbo erettile e devono quindi avere la flessibilita’ necessaria per poter agire il piu’ efficacemente possibile sia sulle cause più superficiali e immediate che su quelle profonde, individuali e di coppia.

  • Quando, invece, l’incapacità erettiva si ripete più volte o addirittura diventa la regola, è corretto parlare di disfunzione erettile.
  • Queste difficolta’ possono basarsi sull’ignoranza delle dinamiche sessuali, causata talvolta dalla presenza di timori e sensi di colpa che ostacolano la sperimentazione e l’esplorazione della sessualità, e portano a produrre tecniche amatorie inadeguate e poco attente e sensibili.
  • Ecocolordoppler penieno basale e dinamico con farmaco infusione, di prostglandine, che valuta la funzione vascolare del pene.
  • Il suo effetto può essere mortale, ma anche potenzialmente salvifico almeno per chi soffre di problemi di erezione.
  • Infatti, emozioni negative quali la depressione, la rabbia, il risentimento e, in particolare, l’ansia possono comportare difficoltà di erezione.

Nel primo caso la rigidità del pene non è sufficiente per consentire la penetrazione (la pressione del sangue nelle arterie cavernose è troppo bassa per riuscire a distendere completamente i corpi cavernosi), mentre nel secondo l’erezione completa, se raggiunta, scompare molto rapidamente. All’interno dei trattamenti oggi disponibili si ricordano le protesi peniene , la chirurgia vascolare e l’utilizzo di sostanze vasoattive, la più nota delle quali è la papaverina (Dèttore, 2001). La disfunzione erettile, conosciuta comunemente come impotenza, è definita come l’incapacità costante di ottenere o mantenere un’erezione di qualità sufficiente per un rapporto sessuale soddisfacente. L’impotenza è un sintomo, non una malattia, tuttavia la disfunzione erettile può annunciare un serio problema, dato che spesso la disfunzione erettile è associata a malattie cardiovascolari. Tra le malattie croniche che possono indurre disfunzione erettile, diabete e insufficienza renale cronica sono quelle che fanno registrare una più elevata incidenza. In una percentuale variabile dal 35% al 75% dei maschi affetti dadiabete si osserva la comparsa di un disturbo dell’erezione.

Impotenza, 7 Farmaci A Confronto

Durante questa verranno affrontati i fattori principali di mantenimento del problema, quali l’ansia da prestazione, lo stress ed altri circoli viziosi disfunzionali. In tal caso il problema è di natura psicologica e, come tale, andrà affrontato con una terapia cognitivo-comportamentale specifica. È importante segnalare che, oggi, grazie ai progressi medici degli ultimi anni, i farmaci contro l’impotenza sono molto più efficaci di un tempo. L’impotenza da cause anatomiche è meglio nota come impotenza anatomica o disfunzione erettile anatomica. L’impotenza è dovuta a cause anatomiche, quando è la conseguenza di un’alterazione anatomica del pene.

impotenza

Nei pazienti diabetici sottoposti a trattamento medico , la disfunzione erettile è più frequente rispetto ai pazienti trattati esclusivamente con restrizione dietetica. Anche le patologie epatiche croniche si associano frequentemente all’insorgenza di una disfunzione erettile, in particolare se si tratta diepatopatie di origine alcolica. Nel caso delle malattie neoplastiche, il deficit erettile può essere determinato da cause sia organiche che di tipo psicosessuale. Tra le patologie neurologiche a carico del sistema nervoso centrale che possono essere correlate alla disfunzione erettile occupano un ruolo di primo piano lasclerosi multipla, lamalattia di Alzheimer e il morbo di Parkinson.

I beta-bloccanti e altri farmaci per l’ipertensione, ie palpitazioni e altre cardiopatìe possono comportare impotenza o un calo della libido, così come gli anti-staminici contro le allergie e lo stesso naproxene, il mio agente antin-fiammatorio non steroideo preferito, che allevia svariati dolori. Possono essere dovuti a stress; all’incapacità di avere rapporti e di impegnarsi nei confronti dell’altra persona; alla paura delle conseguenze, per esempio delle malattie sessualmente trasmissibili; oppure al timore che il cuore non regga lo sforzo. Oppure ancora a una relazione finita amaramente, alla morte della compagna, alla depressione, al panico davanti all’idea stessa di un’eventuale impotenza. Un episodio isolato di incapacità erettiva non significa l’incapacità di avere un orgasmo, un’eiaculazione o, addirittura, non essere fertili.

< h3 id="toc-1">Sesso, La Terapia Della Luce Per Aumentare Il Desiderio

L’impotenza può essere caratterizzata dalla incapacità di avere un’erezione prima del rapporto, o dalla perdita della tumescenza nel momento della penetrazione o nel corso del rapporto sessuale; è frequentemente presente un’ansia sessuale, il timore di poter fallire o di non riuscire a dare un’adeguata prestazione sessuale. Ciò comporta una riduzione della sensazione di eccitazione sessuale o di piacere e una difficoltà di approccio – la sensazione di non essere in grado di avere rapporti sessuali – che in molti casi può essere all’origine di matrimoni non consumati, di sterilità, o di una vita sessuale estremamente povera. Si definisce infertilità la mancanza di concepimento dopo 12 mesi di rapporti non protetti e con adeguata frequenza.

Cosa succede se non si eiacula da molto tempo?

Cosa succede se non si fa sesso per tanto tempo: si può iniziare a soffrire d’insonnia. L’insonnia è intimamente interconnessa all’astinenza sessuale a causa dell’ossitona, l’ormone che viene rilasciato in enormi quantità al momento del picco di piacere, l’orgasmo.

Tuttavia se queste lo fanno defluire troppo rapidamente, perché sono dilatate come le vene varicose delle gambe, per esempio, avviene la cosiddetta «perdita venosa» e ne consegue l’impotenza. Le arterie più vulnerabili sono quelle che attraversano a fior di pelle il perineo (la zona fra le gambe che va dalla base dello scroto fino all’ano). Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Ma non gli basta, si scatena nella movida, beve, per superare le proprie inibizioni e, per impressionare, innesca comportamenti aggressivi da branco, indebolendo il suo livello energetico. In stato di flaccidità invece prevale l’attività di un enzima, la fosfodiesterasi 5 che neutralizza il GMP ciclico. Saltuari problemi di erezione, non persistenti o ricorrenti e che non comportano nessuna compromissione della funzionalità individuale e relazionale del soggetto, non sono da considerare patologici, ma possono essere associati a particolari circostanze o periodi della vita. Per alcuni soggetti il disturbo è permanente in quanto non sono mai stati in grado di ottenere un’erezione sufficiente per il coito, per altri il disturbo compare dopo un’attività sessuale pressoché normale . Il disturbo può essere generalizzato se il soggetto non è in grado di avere rapporti con nessuna donna, o situazionale se l’impotenza appare in determinate circostanze o solo con alcune donne.

< h3 id="toc-2">Quali Sono Le Cause Della Disfunzione Erettile

Sebbene la frequenza del disturbo aumenti regolarmente col crescere dell’età, la disfunzione erettile può colpire uomini di qualunque età, in rapporti eterosessuali o omosessuali, e anche uomini single. Il deficit erettile rappresenta un disturbo con un’elevata incidenza, specie nella popolazione maschile di età avanzata. La Disfunzione Erettile è definita dalla Consensus Conference dei National Institutes of Health del 1993 come “l’incapacità persistente a raggiungere e/o mantenere un erezione sufficiente per avere un rapporto sessuale soddisfacente”. A questo punto la Kaplan suggerisce la pratica del coito inesigente, in cui la donna inserisce il pene eretto del partner all’interno della vagina, stando in genere sopra di lui e compiendo dei movimenti lenti e poco ampi, come ulteriore passo verso il rapporto sessuale vero e proprio (citato in Dèttore, 2001). A tale pratica può essere abbinato un training sulle fantasie sessuali, così da incrementare ulteriormente la propria eccitazione e allo stesso tempo impedire l’insorgere di eventuali pensieri ansiogeni (Dèttore, 2001). Altri teorici sostengono che le preoccupazioni riguardo l’ immagine corporea possano minare il raggiungimento del piacere sessuale (Frederickson, Roberts, 1997; Masters, Johnson, 1970).

impotenza

La psicoterapia riveste un ruolo importante nel trattamento delle disfunzioni dell’erezione, indipendentemente dal fatto che la causa sia organica, psicologica o mista. Quando le difficoltà sessuali sono legate a questa fase del ciclo di risposta sessuale, si parla di disturbi dell’eccitamento sessuale in cui sono classificati il disturbo maschile dell’erezione, descritto qui sotto, e il disturbo dell’eccitazione sessuale femminile. L’insorgenza di questa problematica non solo arreca un forte disagio nella sfera sessuale della persona che ne soffre, e ne compromette la qualità della vita, ma può rappresentare un segnale premonitore per la comparsa di malattie cardiovascolari, come la coronaropatia e la malattia vascolare periferica. Una recente ricerca condotta su oltre 28mila giovani italiani, ha stabilito come l’impotenza correli con l’eccessiva fruizione di pornografia on-line.

Quando Rivolgersi Al Medico?

Le placche che si formano nelle arterie del pene e in quelle di tutto il corpo sono il prezzo da pagare per una vita passata a mangiare troppi grassi, per una pressione non sorvegliata, per il fumo, o per un diabete non curato. Indipendentemente da altri fattori di rischio, la produzione di testosterone diminuisce con gli anni, ma non succede affatto come accade in una menopausa. Quando finiscono le mestruazioni, il livello di estrogeno cala brutalmente mentre di solito, negli uomini, il livello di testosterone rimane abbastanza elevato da preservare la funzione erettile e la libido. Se non concorrono altre cause gli uomini continuano a produrre sperma e a essere potenti fino a 80 anni e oltre.

Perché si perde l’erezione?

La disfunzione erettile può essere segno di malattie gravi, come l’aterosclerosi, il diabete, le malattie cardiache e l’ipertensione. Altri fattori di rischio includono l’uso di alcol o tabacco, un ingrossamento della prostata, fattori psicologici, disturbi del sonno e stress.

La compressa va assunta almeno minuti prima del rapporto sessuale e la sua efficacia perdura per altre 3-4 ore. E’ efficace anche in caso di impotenza causata da diabete, ipertensione, traumi, danni causati dal tumore alla prostata. Essendo vasodilatatore, come tutti gli altri farmaci del genere, può (ma non è detto che lo abbia) avere qualche effetto collaterale quale mal di testa, palpitazioni, arrossamento del volto, vertigini, stomaco agitato, infezioni del tratto urinario, sensibilità aumentata ai colori verde e rosso, diarrea, etc.

Leggi Anche Deficit Di Testosterone Nei Neopapà >>

Il partner sessuale può anche essere intervistato per determinare le aspettative e le percezioni incontrate durante il rapporto sessuale. Gli esami da laboratorio da effettuare possono includere emocromo, analisi delle urine, profilo lipidico e misurazioni della creatinina e degli enzimi epatici. Anche test per valutare il livello di testosterone nel sangue viene spesso effettuata su uomini con disfunzione erettile, specialmente con una storia di diminuzione della libido o di diabete. Infine è necessario sottolineare l’effetto negativo che molti farmaci possono avere sull’erezione. Nel numero della rivista The medical letter dell’ottobre 1992 era già riportato un elenco di 120 farmaci che possono provocare disfunzioni sessuali. Dato il diffuso impiego (senza trascurare, comunque, l’effetto farmacologico estremamente utile del loro uso specifico), vanno ricordate soprattutto le terapie ormonali con antiandrogeni, i farmaci anti-ipertensivi, antidepressivi e tranquillanti.

impotenza

I dispositivi meccanici inducono l’erezione tramite un meccanismo composto da un cilindro e un anello. Si inserisce il pene non ancora in erezione nel cilindro e si azione una pompa che crea il vuoto intorno al pene e quindi stimola l’erezione. Dalla base del cilindro viene poi fatto scivolare un anello di lattice che mantiene il turgore durante tutta la durata del rapporto (poco comodo a dir poco!). Il medico indirizzerà sulla molecola più adatta, generalmente un farmaco a lunga azione quale il tadalafil è più indicato in una relazione di coppia stabile mentre altri farmaci ad azione più breve sono adatti in caso di rapporti occasionali. I problemi di impotenza possono compromettere le relazioni coniugali o sessuali in atto e possono essere la causa di matrimoni non consumati e di sterilità. Non ha mai tradito o lasciato la fidanzata, pur essendo tremendamente infelice, perché il sesso lo atterrisce.