Uncategorized

Impotenza, Vaginismo

In linea generale, l’impotenza è invece una condizione di incapacità del soggetto di sesso maschile a raggiungere o a mantenere un’erezione sufficiente a condurre un rapporto sessuale soddisfacente. I pazienti affetti da deficit erettile di tipo vascolare e, in alcuni casi di tipo psicogeno, si possono giovare di un trattamento con i farmaci inibitori dell’enzima fosfodiesterasi di tipo 5 , che potranno essere somministrati al bisogno oppure secondo cadenza giornaliera. La condizione necessaria-sufficiente affinché questi farmaci funzionino è che i fasci nervosi responsabili dell’erezione non abbiano subito danni da chirurgia o traumi pelvici. Nella maggioranza dei casi, l’origine del disturbo risiede in un problema a carico dei vasi sanguigni o dei nervi del pene, altre volte riguarda fattori ormonali, strutturali-anatomici, farmacologici, traumatici o psichici. Quando si ha il sospetto che l’impotenza fondi le sue cause in una patologia neurologica, l’integrità del sistema nervoso può essere accertata misurando i potenziali evocati corticali e sacrali.

Come aiutare un uomo che ha problemi di erezione?

Spesso, per ovviare al problema della disfunzione erettile, anche nel caso sia di origine psicologica, può essere utile il ricorso almeno temporaneo a farmaci come il Viagra, il Cialis o il Levitra (sarà poi il medico a stabilire quale è più indicato caso per caso) ed è importante che in questo frangente non vi siano …

I meccanismi attraverso i quali i fattori psicologici possono favorire l’insorgenza di una disfunzione erettile non sono ancora completamente conosciuti. Un ruolo fondamentale è sicuramente svolto dall’iperattività del sistema nervoso simpatico, che si verifica ad esempio in condizioni di stress. Una condizione particolare è rappresentata dalla cosiddetta“ansia da prestazione”, che determina un effetto inibitorio sull’erezione ed è frequente tra i giovani alle prime esperienze sessuali, nell’affrontare una nuova partner o dopo il verificarsi di un primo fallimento nei rapporti sessuali.

Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo leggi l’informativa. Se la coppia non trova il modo per integrare questi cambiamenti in un modo diverso di fare l’amore possono insorgere numerose difficoltà della gestione dell’eccitazione (Fenelli, Lorenzini, 1999; Simonelli, 1997). Tale sentimento può generare un’eccessiva attenzione ansiosa verso il proprio corpo, che può incidere sui processi di arousal fisiologico, sfociando in un deficit erettile cronico. La durata, la frequenza e l’intensità delle erezioni notturne variano con l’età, ed è bene tenerne conto per evitare spiacevoli vissuti emotivi.

L’erezione del pene è, di fatto, l’evento che precede l’eiaculazione, ossia l’atto tramite cui l’uomo emette dal pene il liquido seminale necessario alla riproduzione. Nel complesso questo tipo di emozioni portano ad avere la sensazione di non poter gestire la propria malattia, di non averne il controllo e quindi a sentirsi sopraffatte da quello che accade. La percezione può essere quella di sentirsi come schiacciate dal peso di qualcosa di troppo grande, troppo forte, troppo immenso. Ovviamente questo è un semplice esempio per rendere chiaro lo svilupparsi di tali stati emotivi, ma di situazioni di questo tipo ve ne possono essere svariate ed anche maggiormente importanti. La frustrazione può essere definita come lo stato emotivo in cui ci troviamo nel momento in cui pensiamo che il nostro agire, rispetto ad una determinata situazione o ad uno specifico problema, sia stata o sia tuttora inutile e vano. Questo conduce alla percezione e ad un vissuto di sconfitta e fallimento in conseguenza al trascorrere degli eventi che vengono visti come qualcosa di insormontabile.

Influenza, Primi Casi A Milano E Torino Pregliasco: “il Virus Sta Per Alzare La Cresta”

In ogni caso, esiste una serie di fattori di rischio per la fertilità maschile che devono essere accuratamente ricercati ed eventualmente trattati. Nonostante sia innanzitutto opportuno escludere una causa medica, i fattori psicologici sono da tenere ben presenti in quanto possono influire sia sull’erezione che sul desiderio. Infatti, emozioni negative quali la depressione, la rabbia, il risentimento e, in particolare, l’ansia possono comportare difficoltà di erezione.

impotenza

La terapia sintomatica chirurgica dell’impotenza consiste nell’impianto di una protesi al pene . È una sostanza vasodilatatoria in grado di rilassare la muscolatura liscia e aumentare l’afflusso di sangue al pene. Se l’impotenza è correlata a tabagismo, abuso di alcol e/o uso di droghe, la terapia causale consiste nel correggere tali abitudini, in favore di uno stile di vita più sano.

< h3 id="toc-1">Psicoterapia Per La Disfunzione Erettile

Con l’eiaculazione precoce permanente, il paziente sperimenta l’eiaculazione precoce dal primo inizio del coito. Sono molte le cause e i trattamenti per risolvere questo problema, che può avere tante sfaccettature. Ecocolordoppler penieno basale e dinamico con farmaco infusione, di prostglandine, che valuta la funzione vascolare del pene. Dottore di ricerca in Scienze Cliniche, da anni si interessa ai disturbi della sfera dell ansia sociale sia sul piano clinico che di ricerca. Secondo alcuni studi scientifici, gli uomini che praticano ciclismo per più di 3 ore a settimana tendono a soffrire di impotenza più facilmente degli uomini che non fanno un uso particolare della bici.

impotenza

In aiuto verranno poi i colloqui con lo specialista psicoterapeuta, che potrà intervenire sia con incontri individuali sia con incontri di coppia. La cosa più importante è che la donna non cerchi di nascondere i propri disturbi sessuali non solo al partner, ma al medico per primo. L’importante è evitare il fai da te e rivolgersi sempre al medico, che può consigliare la terapia più adeguata al singolo paziente.

Fattori Psicologici

Va anche segnalato che l’associazione del fumo ad altri fattori di rischio determina effetti moltiplicatori sul rischio di sviluppare un deficit erettile; per esempio, nei diabetici fumatori il rischio è maggiore che nei diabetici non fumatori. Altre condizioni predisponenti sono rappresentate da obesità, alcolismo cronico e uso di droghe. Si definisce impotenza, o disfunzione erettile (termine medico attualmente più diffuso), l’incapacità persistente di raggiungere o mantenere un’erezione idonea a ottenere una soddisfacente attività sessuale.

Sebbene la frequenza del disturbo aumenti regolarmente col crescere dell’età, la disfunzione erettile può colpire uomini di qualunque età, in rapporti eterosessuali o omosessuali, e anche uomini single. Il deficit erettile rappresenta un disturbo con un’elevata incidenza, specie nella popolazione maschile di età avanzata. La Disfunzione Erettile è definita dalla Consensus Conference dei National Institutes of Health del 1993 come “l’incapacità persistente a raggiungere e/o mantenere un erezione sufficiente per avere un rapporto sessuale soddisfacente”. A questo punto la Kaplan suggerisce la pratica del coito inesigente, in cui la donna inserisce il pene eretto del partner all’interno della vagina, stando in genere sopra di lui e compiendo dei movimenti lenti e poco ampi, come ulteriore passo verso il rapporto sessuale vero e proprio (citato in Dèttore, 2001). A tale pratica può essere abbinato un training sulle fantasie sessuali, così da incrementare ulteriormente la propria eccitazione e allo stesso tempo impedire l’insorgere di eventuali pensieri ansiogeni (Dèttore, 2001). Altri teorici sostengono che le preoccupazioni riguardo l’ immagine corporea possano minare il raggiungimento del piacere sessuale (Frederickson, Roberts, 1997; Masters, Johnson, 1970).

Abbinato a una corretta dieta, l’Integratore Mitra Blu è un valido aiuto per una sana e normale attività sessuale. Per rispettare la nuova direttiva sulla privacy, è necessario chiedere il tuo consenso per impostare i cookie. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l’esperienza dell’utente .

  • Nel numero della rivista The medical letter dell’ottobre 1992 era già riportato un elenco di 120 farmaci che possono provocare disfunzioni sessuali.
  • Un episodio isolato di incapacità erettiva non significa l’incapacità di avere un orgasmo, un’eiaculazione o, addirittura, non essere fertili.
  • Il vistoso aumento delle sue dimensioni e la posizione eretta che assume in questa condizione sono dovuti al fatto che l’aumento del flusso del sangue (il cui ‘ingresso’ è simboleggiato dalla freccia grande) ‘gonfia’ i corpi cavernosi all’interno.
  • Alla paura si associa aggressività e senso di colpa e di inadeguatezza nei confronti del/la partner, con conseguente paura di abbandono ed evitamento dell’attività sessuale, vissuta esclusivamente come fonte di sofferenza e squalifica.
  • Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l’esperienza dell’utente .
  • Naturalmente, come gli stent coronarici, gli stent penieni vengono ancorati strettamente alla parete vascolare, in modo da restare fissi e di non essere spostati né dalle contrazioni cardiache né dalle sollecitazioni e variazioni di volume del membro maschile durante l’eccitamento sessuale.

L’impotenza da cause ormonali è conosciuta anche come impotenza ormonale o disfunzione erettile ormonale. Secondo le statistiche, il 15-25% degli uomini vittime di un trauma alla testa del pene svilupperebbe, qualche tempo dopo l’evento, problemi di erezione. In Italia, gli uomini con problemi di impotenza sono circa 3 milioni, ossia il 10-15% di tutta la popolazione di sesso maschile. Questi farmaci, usualmente efficacissimi e con pochi effetti collaterali, non si prestano all’automedicazione ma devono essere assunti sotto lo stretto controllo dello Specialista. Dunque, per tenere alta la sua competitività e il suo stato vitale, si iscrive in palestra, segue la moda, si distingue sui social, diventa esperto di tecnologia, per avere argomenti condivisibili di conversazione.

In linea generale questa procedura è applicabile nei pazienti che presentano un tumore confinato alla prostata. Attualmente la prostatectomia radicale nerve-sparing dovrebbe essere considerata la tecnica di scelta nella maggior parte degli uomini candidati alla chirurgia prostatica per tumore. In alcuni casi selezionati, comunque, è richiesta un escissione più completa del fascio vascolo-nervoso, ad esempio quando il paziente è anziano, quando presenta già disfunzione erettile preoperatoria o quando il tumore è esteso oltre la capsula prostatica. Indipendentemente dal tipo di intervento effettuato, già da alcuni anni si è focalizzata l’attenzione sulla riabilitazione precoce della funzione erettile dopo chirurgia pelvica. A meno di condizioni cliniche particolari, tale terapia dovrebbe iniziare a distanza di due settimane dall’intervento, in modo da aumentare considerevolmente le possibilità di recupero della potenza sessuale. Per anni quella psicogena è sembrata essere la più comune causa di disfunzione erettile; oggi i dati epidemiologici indicano che spesso è determinata o accompagnata anche da alterazioni di natura organica.

impotenza

Perché si possa parlare di impotenza o disfunzione erettile, l’anomalia deve causare notevole disagio o difficoltà interpersonali. Non deve essere attribuibile esclusivamente agli effetti fisiologici diretti di una sostanza o di problemi medici generali. L’impotenza è dovuta a cause ormonali, quando dipende da una di quelle condizioni mediche che alterano la produzione degli ormoni coinvolti nel fenomeno dell’erezione peniena.