Uncategorized

La Disfunzione Erettile Impotenza

Le diverse cause che possono determinare l’insorgenza di una disfunzione erettile si distinguono in psicogene, endocrine, neurogene, vascolari , e iatrogene . È importante sottolineare che delle diverse cause possibili, alcune sono“non modificabili” perché legate a situazioni patologiche, mentre altre sono invece“modificabili” perché legate a fattori comportamentali. Esistono poi delle condizioni predisponenti che pur non essendo cause dirette di deficit erettile sono in grado di aumentarne esponenzialmente il rischio.

impotenza

A questo proposito, una recentissima scoperta si deve a un gruppo di ricercatori dell’Università Federico II di Napoli. L’idrogeno solforato , un gas presente soprattutto nelle acque termali sia in forma libera sia sotto forma di solfuro, potrebbe costituire la base per una cura farmacologica alternativa agli inibitori della 5-fosfodiesterasi. Le conclusioni dei ricercatori sono frutto di una sperimentazione condotta sui topi, dove si è osservato che l’idrogeno solforato stimolava l’erezione e il rilassamento della muscolatura liscia dei vasi, e su tessuti umani prelevati da otto pazienti che si erano sottoposti a un intervento chirurgico per cambio di sesso. Gli autori della ricerca ribadiscono che l’idrogeno solforato potrebbe rappresentare una valida alternativa per i pazienti che non rispondono ad altri trattamenti farmacologici. La disfunzione erettile è proprio un caso di impotenza, cioè di mancata erezione, che può essere legato a cause psicologiche od organiche, anche quando è presente un forte desiderio sessuale.

Le Infiammazioni Gengivali Possono Provocare Problemi Di Erezione

L’utilizzo terpeutico degli ormoni, prevede l’utilizzo di testosterone solo e soltanto nei casi in cui sia dimostrata una reale carenza, al fine di ristabilire un corretto equilibrio. L’incidenza di tale disfunzione dell’apparato genitale maschile, risulta poco frequente al di sotto dei 40 anni, ma la sua percentuale aumenta rapidamente fino ad arrivare al 50% nell’età compresa tra i 40 ed i 70 anni e al 65% negli uomini oltre i 70 anni. Eco-doppler penieno, arteriografia e cavernosografia, utili a valutare le eventuali disfunzioni vascolari.

impotenza

Essendo vasodilatatore, come tutti gli altri farmaci del genere, può (ma non è detto che lo abbia) avere qualche effetto collaterale quale mal di testa, palpitazioni, arrossamento del volto, vertigini, stomaco agitato, infezioni del tratto urinario, sensibilità aumentata ai colori verde e rosso, diarrea, etc. Gli effetti collaterali scompaiono completamente dopo che il farmaco viene eliminato dall’organismo. Tra le controindicazioni si ricorda che non va assunto da persone che hanno avuto da poco un infarto o sta usando dei farmaci a base di nitrati (che curano ad esempio l’angina pectoris). Laradioterapia e gliinterventi chirurgici o endoscopici a livello della pelvi possono determinare una disfunzione erettile a seguito di lesioni nervose o vascolari. Gli interventi di prostatectomia radicale per carcinoma della prostata e di cistectomia radicale per carcinoma della vescica rappresentano le principali cause di disfunzione erettile postchirurgica.

< h3 id="toc-1">Fattori Psicologici

Se l’uomo non ne e’ consapevole o ha ragioni che lo portano a rifiutare questa consapevolezza, puo’ ritenere di essere portatore di un disturbo che in realta’ rappresenta solo una normale reazione fisiologica. Molto dipende anche dai livelli dell’ormone sessuale maschile , che regola molte delle funzioni del nostro corpo e che durante la vecchiaia tende a calare. Oltre ad una questione strettamente anagrafica, un ruolo centrale è svolto anche dallo stile di vita dell’individuo. Svolgere regolare attività fisica, seguire una dieta equilibrata possono influire sulla capacità di raggiungere l’erezione. Il deficit erettile rappresenta un disturbo con un’elevata incidenza, specie nella popolazione maschile di età avanzata. Le tecniche cognitive per la cura dell’impotenza sessuale maschile si focalizzano sulla ristrutturazione cognitiva di atteggiamenti, modi di pensare e credenze disfunzionali irrealistiche riguardanti il sesso.

Quando lui perde l’erezione?

La psicoterapia è uno strumento di cura elettivo, in quelle circostanze in cui è esclusa una causa organica, per affrontare e risolvere l’impotenza psicologica e e le problematiche presenti o passate ad essa associate, sia attraverso un trattamento individuale che di coppia.

Integrare lo zinco è poi importante perché ad ogni orgasmo l’uomo ne perde in importante quantità. L’assunzione prolungata di zinco in forti dosi può diminuire il livello di colesterolo buono, quindi è importante confrontarsi con un medico. Le difficoltà di erezione dell’impotenza sono spesso associate ad ansia sessuale, timore di fallimento, preoccupazioni sulla prestazione sessuale e ad una ridotta sensazione soggettiva di eccitazione sessuale e di piacere. I fattori psicosociali sono importanti in ogni forma di disfunzione erettile, qualsiasi siano le cause.

< h3 id="toc-2">Il Laser Dell’amore Per Gli Uomini

Dato il diffuso impiego (senza trascurare, comunque, l’effetto farmacologico estremamente utile del loro uso specifico), vanno ricordate soprattutto le terapie ormonali con antiandrogeni, i farmaci anti-ipertensivi, antidepressivi e tranquillanti. Così come potenzialmente inibenti la funzione sessuale sono il tabacco, l’alcol e le droghe, quali la marijuana, l’LSD, la cocaina e le anfetamine. Una difficoltà occasionale, spesso non viene considerata come una condizione di disfunzione erettile.

  • Puo’ essere basata su esperienze negative pregresse, su esagerata reattivita’ ai normali cali di erezione durante i preliminari e il rapporto, eccessiva attenzione al piacere della partner che pregiudica l’abbandono necessario e l’ascolto delle proprie sensazioni, pretese di prestazioni da parte della partner, ecc.
  • A tal proposito è stato indagato un metodo che al trattamento prettamente farmacologico associ un percorso di sostegno psicologico.
  • La terapia a base di ormoni prevede l’assunzione di testosterone così da riequilibrare un’eventuale carenza.
  • Il deficit erettile rappresenta un disturbo con un’elevata incidenza, specie nella popolazione maschile di età avanzata.
  • Alcuni uomini che soffrono di disfunzione erettilepossono riuscire ad avere l’erezione solo durante la masturbazione o al risveglio.

Secondo alcuni studi scientifici, gli uomini che praticano ciclismo per più di 3 ore a settimana tendono a soffrire di impotenza più facilmente degli uomini che non fanno un uso particolare della bici. L’impotenza è un tema molto delicato per la popolazione maschile, perché, in chi ne soffre, è fonte di imbarazzo e può avere un impatto fortemente negativo sul tono dell’umore, sulla relazione con il partner e sulla qualità della vita in generale. La presenza di impotenza impone l’attuazione di una terapia causale (cioè una terapia contro la causa scatenante) e, talvolta, di una terapia sintomatica .

L’impotenza è dovuta a cause vascolari, quando consegue a una di quelle condizioni mediche che pregiudicano l’apporto di sangue ai vari organi del corpo umano, pene compreso. L’erezione del pene dipende da fattori neurologici, vascolari, ormonali, muscolari e emotivi; un problema a uno o più di questi fattori scatena l’impotenza. Il fenomeno dell’erezione del pene è il risultato di un riflesso spinale, che comporta un maggior afflusso di sangue alle arterie dei corpi cavernosi e, conseguentemente, l’inturgidimento, l’aumento dimensionale e l’elevazione del pene. Tale disturbo può presentarsi a qualsiasi età (la disfunzione erettile giovanile colpisce circa il 5% dei ragazzi sotto i 30 anni), ma interessa soprattutto gli uomini tra i 40 e i 50 anni (10%) e tra i 60 e i 70 anni (40%) e raggiunge il suo picco nei soggetti oltre i 70 anni (50%). Uomini dai 60 anni in su con una lunga storia di problemi di erezione, hanno utilizzato farmaci, sia orali che iniettivi, con risultati sempre meno efficaci anche a dosaggi elevati.

Sara’ compito di queste strutture fornire poi gli esiti nel più breve tempo possibile, perche’ quello che vale in genere per le disfunzioni sessuali, e’ vero in particolare per le disfunzioni erettili, e che cioe’ la positività della prognosi e la durata del disturbo sono talvolta inversamente proporzionali. Quando si sente quindi affermare che nell’80% dei casi il problema e’ di natura organica, bisogna rapportarlo a questi dati e dedurre che sotto i anni la quasi totalita’ delle disfunzioni erettili e’ di origine prevalentemente psichica. Tutte le cause che possono portare a un rifiuto della partner, spesso non riconosciuto, possono essere causa di difficolta’ erettili. Quando una persona prova non attrazione o addirittura repulsione per l’altra, su un piano fisico o psicologico, riesce naturalmente molto difficile, se non impossibile, funzionare sessualmente.

Cosa succede a un uomo quando va in andropausa?

Durante il sonno invece, il cervello rilascia meno noradrenalina. Questo aumenta di molto la probabilità di una erezione notturna. Questi fenomeni di erezione avvengono sporadicamente per tutta la notte, quindi se ci si sveglia al mattino durante l’erezione o meno, è solo una questione di casualità.

I farmaci principali per il trattamento dell’impotenza sono gli inibitori della fosfodiesterasi 5 , disponibili in diverse formulazioni e diversi dosaggi. Sulla base delle evidenze clinico-strumentali verranno prescritti dosaggi e assunzioni personalizzati per ciascun paziente . La Disfunzione Erettile è definita dalla Consensus Conference dei National Institutes of Health del 1993 come “l’incapacità persistente a raggiungere e/o mantenere un erezione sufficiente per avere un rapporto sessuale soddisfacente”. A questo punto la Kaplan suggerisce la pratica del coito inesigente, in cui la donna inserisce il pene eretto del partner all’interno della vagina, stando in genere sopra di lui e compiendo dei movimenti lenti e poco ampi, come ulteriore passo verso il rapporto sessuale vero e proprio (citato in Dèttore, 2001). A tale pratica può essere abbinato un training sulle fantasie sessuali, così da incrementare ulteriormente la propria eccitazione e allo stesso tempo impedire l’insorgere di eventuali pensieri ansiogeni (Dèttore, 2001).

La disfunzione è psicogena quando insorge in un paziente senza fattori di rischio particolari, in cui non riusciamo a trovare una causa del problema. Nella maggioranza dei casi, l’origine del disturbo risiede in un problema a carico dei vasi sanguigni o dei nervi del pene, altre volte riguarda fattori ormonali, strutturali-anatomici, farmacologici, traumatici o psichici. Risulta quindi utile cercare di capire meglio, sul piano scientifico, cosa è il calo di erezione o l’assenza di erezione. Definiamo come deficit erettile l’incapacità di raggiungere o di mantenere l’erezionein presenza di adeguati stimoli sessuali. Comunemente questo fenomeno viene denominato “impotenza maschile” ma è bene non confondersi al riguardo. Secondo recenti indagini quasi un adulto su tre soffrirebbe di disturbi sessuali e possiamo dire che riguardano più di 100 milioni di uomini nel Mondo, con una percentuale che oscilla dal 25% al 40% nell’età compresa tra i 45 ed i 70 anni.

“La disfunzione erettile che si verifica a seguito della prostatectomia – osserva David Sharp, collega e coautore di Davies – può avere un impatto importante sulla vita sessuale di molti uomini e dei loro partner. I roditori sono un modello affidabile nella ricerca urologica, per cui il nostro farmaco rappresenta una reale speranza di ripristinare la funzione sessuale per i moltissimi pazienti con neoplasia prostatica”. I farmaci orali per la disfunzione erettile appartengono alla categoria degliinibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 (PDE-5) , che agiscono aumentando la disponibilità di ossido nitrico e quindi favorendo la vasodilatazione del pene. La novità di questi farmaci è che essi non inducono una erezione diretta e passiva, ma consentono una amplificazione della risposta dei corpi cavernosi ad uno stimolo erogeno naturale. Significa che l’erezione avviene solo se alla stimolazione farmacologia si associa la stimolazione naturale.

impotenza

In linea con questo, i disturbi erettivi secondari (che si presentano cioe’ successivamente ad un periodo di normale funzionamento) sono molto più comuni delle forme primarie che possono sottendere patologie piu’ complesse. Si tratta del primo trattamento topico, una crema di nome Vitaros che già ha avuto un buon successo in Francia e Spagna. Tale sentimento può generare un’eccessiva attenzione ansiosa verso il proprio corpo, che può incidere sui processi di arousal fisiologico, sfociando in un deficit erettile cronico. D. La disfunzione sessuale non è meglio spiegata da un disturbo mentale non sessuale o come conseguenza di un grave disagio relazionale o di altri significativi fattori stressanti e non è attribuibile agli effetti di una sostanza/farmaco o di un’altra condizione medica. Il medico indirizzerà sulla molecola più adatta, generalmente un farmaco a lunga azione quale il tadalafil è più indicato in una relazione di coppia stabile mentre altri farmaci ad azione più breve sono adatti in caso di rapporti occasionali.