Uncategorized

Perché L’eiaculazione Non Sia Precoce

Gli uomini che hanno un’azoospermia ostruttiva possono rispondere bene alla rimozione chirurgica del blocco, evitando la necessità di passare attraverso il recupero degli spermatozoi; gli uomini che mostrano un’eiaculazione retrograda possono rispondere bene ai farmaci. Non esiste un criterio preciso, né sintomi precisi, per definire quand’è che si possa parlare di vera e propria eiaculazione precoce, perché non esiste un tempo stabilito a priori che un uomo dovrebbe “durare”. L’eiaculazione precoce consiste nel presentarsi, persistente o occasionale, di eiaculazione in seguito a stimolazione sessuale anche minima, prima (“ante portam”), durante o poco dopo la penetrazione e comunque prima di quando il soggetto desidererebbe.

Chi vuole sempre fare l’amore?

Bisogna seguire le esigenze legate all’età: tra i 18 e i 29 anni, gli esperti consigliano di fare sesso 112 volte l’anno, ovvero in media 2 volte alla settimana; tra i 30 e i 40 anni, 86 volte l’anno, ovvero 1,6 volte alla settimana.

Il deficit erettile può riconoscere un’origine psicogena, più frequente negli uomini giovani, o organica. L’età è sicuramente un elemento favorente in quanto con il passare degli anni la soglia di stimolazione diventa più alta, la rigidità si riduce, il cosiddetto ” periodo refrattario” aumenta per cui la frequenza dei rapporti si dirada notevolmente e la durata dell’erezione diminuisce. Circa la metà degli “eiaculatori precoci” lo è da sempre, cioè dalle prime esperienze sessuali. La pratica e il rilassamento sono fondamentali nel trattare l’eiaculazione precoce. Lo stress fisico o emotivo può essere un’altra causa dell’eiaculazione precoce, perché in una situazione di stress costante si può essere portati, più o meno consapevolmente, a voler eiaculare subito per evitare lo stress fisico del rapporto sessuale stesso.

I Disturbi Delleiaculazione

Il problema principale del trattamento farmacologico è che l’efficacia è limitata alle ore successive all’assunzione della compressa, e quindi da sola questa terapia non è in grado di risolvere in maniera definitiva il problema. Il farmaco deve essere assunto al bisogno, da una a tre ore prima del rapporto sessuale, con un abbondante bicchiere di acqua e puo’ essere impiegato in età superiore ai 18 anni. Deve essere sempre utilizzato sotto controlllo medico e per l’acquisto in farmaci è necessaria la ricetta medica. La qualità dell’intesa sessuale è oggi considerata un fattore essenziale della felicità personale e della soddisfazione di coppia.

Può presentarsi in grado variabile, dalla necessità di un coito eccessivamente lungo ed energico per ottenere l’eiaculazione, all’aneiaculazione completa, condizione nella quale l’uomo non può mai eiaculare in vagina, con evidenti risvolti negativi quando una coppia desidera avere figli. Si distinguono forme assolute, che si verificano con qualsiasi partner ed in qualsivoglia situazione, e forme relative o relazionali, in cui la precocità si manifesta in determinate situazioni o con definiti partner, oppure ancora il disturbo può manifestarsi in certi periodi della vita . Si riconoscono inoltre forme ante portas e intra mœnia, a seconda che l’eiaculazione avvenga prima o durante la penetrazione. Lo IELT era significativamente più breve negli uomini con EP rispetto agli uomini senza EP .

< h3 id="toc-1">La Mia Eiaculazione Precoce Migliorerà Con L’avanzare Dell’età E Fare Più Esperienza?

La terapia cognitivo-comportamentale è invece uno degli approcci più utilizzati per il trattamento dei disturbi sessuali, anche per l’eiaculazione precoce. Secondo alcune ricerche della European Society for Sexual Medicine , una società scientifica particolarmente interessata alla cura dell’eiaculazione precoce, un uomo su 5 (20%) tiene meno di un minuto, mentre il 10% si piazza fra 1 e 2 minuti. Ma attenzione a pensare che ci sia “un’epidemia di eiaculazione precoce” che è invece una condizione medica complessa. Se l’eiaculazione precoce si verifica solo occasionalmente, è improbabile che causi problemi.

  • In alcuni casi può esistere una spiccata ipersensibilità mucosa del glande che potrebbe scatenare l’eiaculazione.
  • Salvo casi particolari , il liquido seminale espulso durante l’eiaculazione contiene numerosi spermatozoi.
  • Possono essere eseguiti anche in autoerotismo e comunque non necessariamente richiedono la collaborazione attiva della compagna.
  • Tuttavia, l’uomo sente ancora l’orgasmo, che provoca anche fenomeni a cascata nel corpo, così come la cosiddetta fase di espulsione.
  • Nella maggior parte dei casi, in assenza di una causa dimostrabile, l’eiaculazione precoce deve essere considerata un disturbo del comportamento sessuale.

Nel disturbo da eiaculazione precoce, quindi, l’uomo eiacula prima di quando desidererebbe con conseguente scarso appagamento sessuale proprio e del/della partner. La frequentazione reciproca, la confidenza, l’abitudine ad avere rapporti sessuali infonde sicurezza e dà tranquillità e ciò permette, solitamente, di recuperare padronanza nel gestire le proprie emozioni e adattare i tempi del piacere alle esigenze della coppia. Anche l’adattamento a una nuova partner può alimentare ansia non dominabile, disturbi della personalità e la depressione. Ma soprattutto, va esclusa la presenza di un deficit erettivo primario, che rappresenta il primo indizio in caso di eiaculazione precoce. Risulta complesso tracciare con precisione i limiti e gli ambiti che inquadrano esattamente il disturbo delle eiaculazioni precoce.

< h3 id="toc-2">Quanto È Frequente L’eiaculazione Precoce?

Tutte queste strategie disfunzionali mantengono e alimentano il problema contribuendo ad accentuare frustrazione, inadeguatezza, scarso controllo eiaculatorio, stress e ansia. Molte persone che soffrono di eiaculaizone precoce utilizzano l’alcool come disinibitore, o/e come ansiolitico ma così facendo nel lungo periodo aggravano il problema con effetti dannosi sul controllo eiaculatorio. In genere, la maggior parte dei maschi con eiaculazione precoce possono ritardare l’orgasmo durante la masturbazione per un tempo notevolmente più lungo che durante il coito. L’urgenza eiaculatoria diminuirà nel giro di alcuni secondi e a quel punto l’uomo riprende la stimolazione. La ripetizione di questo esercizio settimanalmente permette di aumentare i tempi di latenza e di abituarsi alle sensazioni che precedono l’orgasmo.

eiaculazione

In questo caso si è portati a voler eiaculare in breve tempo, per evitare lo sforzo fisico e cardiaco di un rapporto più duraturo. L’ansia si riflette spesso nella vita sessuale, contribuendo, in senso negativo, all’eiaculazione precoce per via della mancanza di rilassatezza durante il rapporto. In genere si ritiene che la precocità nell’eiaculare abbia cause di natura prettamente psicologica ed emotiva e che riguardi esclusivamente le dinamiche interne della coppia. Tuttavia, in tempi più recenti, si è compreso che vi sono fattori fisici che, da soli o assieme alla cause psicologiche e comportamentali, hanno la capacità di aumentare il rischio di eiaculare precocemente. E’ quindi importante come più volte ribadito che il disturbo sessuale dell’uomo venga affrontato non solo considerando il paziente nella sua individualità, ma anche la coppia e le dinamiche in essa presenti, dinamiche che spesso ostacolano la risoluzione del problema. La seconda fase (definita fase di “eiaculazione”), consiste nel meccanismo che consente la fuoriuscita del seme attraverso l’uretra.

Esistono Diversi Trattamenti Per L’eiaculazione Precoce Primaria E Secondaria?

Oppure di intensa ansia da prestazione con un nuovo partner o di una perdita di controllo sull’eiaculazione legata alla difficoltà nel raggiungere o nel mantenere l’erezione. Secondo alcuni studi scientifici, all’origine dell’eiaculazione precoce potrebbe esserci un intreccio di fattori emotivi e/o fisico organici . L’eiaculazione precoce è, per gli uomini, motivo di disagio e poca stima in sé stessi, in quanto non permette loro di soddisfare sessualmente la partner. Esistono diverse anomalie/disturbi dell’eiaculazione, che possono riguardare l’atto di emissione dello sperma, il volume di eiaculato emesso o la concentrazione di spermatozoi nel liquido seminale (qualità). I problemi di eiaculazione precoce sono molto frequenti e vengono riferiti da circa un terzo degli uomini, sebbene solo uno su dieci sia disturbato a tal punto da ricercare aiuto e trattamento.

Chi ne soffre raggiunge normalmente l’orgasmo e prova la sensazione di avere effettivamente eiaculato, anche se dal pene esce pochissimo sperma o non ne esce affatto. Crea il tuo profilo, scegli la specialità medica, fissa il giorno, l’ora e completa la prenotazione. Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. A mio avviso, questo modo di vedere, consente di integrare ragionevolmente la passata teoria che vedeva l’eiaculazione precoce solo come un semplice comportamento viziato, con la recente interpretazione “biochimica” circa le origini del disturbo. Recenti dati scientifici indicano che all’origine dell’eccessiva velocità del riflesso, ci possa essere proprio un’ alterazione della biochimica dei centri nervosi interessati a modulare i tempi dell’eiaculazione. L’insoddisfazione sessuale diventa infatti un fattore di crisi così profonda da portare alla separazione una crescente percentuale di coppie, in un’epoca in cui la felicità sessuale è considerata un aspetto irrinunciabile della vita personale e di coppia (5-8).

Quanto tempo deve passare da un rapporto all’altro?

Secondo alcuni studi, i maschi diciottenni hanno in media un periodo refrattario di circa 28 minuti, mentre i settantenni impiegano circa venti ore, con una media generale per i maschi adulti di 55 minuti all’incirca.

Gli studi iniziali, che hanno coinvolto circa 7500 Pazienti nel mondo, indicano un tempo di rapporto incrementato fino a sette volte . L’eiaculazione precoce rappresenta l’eiaculazione incontrollata ed involontaria prima, durante o subito dopo la penetrazione sessuale. Avviene con minima stimolazione sessuale e prima che l’uomo lo desideri, di solito entro un minuto dalla penetrazione.

< h3 id="toc-4">Leiaculazione Precoce

Tuttavia, se lo provi per la maggior parte o tutto il tempo durante il sesso, dovresti consultare un medico. Potrebbero farti fare un esame del sangue per escludere eventuali condizioni fisiche sottostanti e consigliare un trattamento adeguato in base alle tue circostanze personali. La tecnica start-stop è un metodo che tu o il tuo partner potete utilizzare per aiutare a superare l’eiaculazione precoce. Implica la stimolazione del pene fino a quando non senti che stai per eiaculare, fermandoti prima che ciò accada.

eiaculazione

Questo disturbo può essere trattato con una serie di processi basati sulla causa scatenante, che come abbiamo visto può variare da soggetto a soggetto, anche in base alla storia clinica. Gli uomini che hanno subito un intervento chirurgico per il cancro alla prostata o una prostata ingrossata spesso sperimentano l’aspermia. Se avete un minimo sentore di problemi di eiaculazione, è necessario consultare il vostro medico che potrà suggerirvi degli specialisti.

Gli esperti parlano di eiaculazione dolorosa quando un uomo, al momento dell’emissione dello sperma, avverte una sensazione di bruciore o dolore a livello di perineo, uretra del pene , area balano-meatale, pelvi e/o testicoli. Una stimolazione sessuale prolungata ha, per effetto, la produzione di un liquido, noto come fluido pre-eiaculatorio. Al momento della sua produzione, il fluido pre-eiaculatorio non possiede spermatozoi; tuttavia, potrebbe contenerli al momento della sua emissione attraverso il meato urinario, in quanto raccoglie i residui di sperma fermatisi lungo l’uretra, durante una precedente eiaculazione. Il volume di sperma e la quantità di spermatozoi emessi con il liquido seminale variano in base a una serie di diversi fattori . A occuparsi dell’eiaculazione, è il sistema nervoso simpatico, attraverso il cosiddetto nervo pudendo.