Uncategorized

Problemi Dell’erezione

A seconda della causa che la determina e della gravità della disfunzione erettile si possono impiegare diverse cure. Il medico deve spiegare i rischi e i benefici di ciascuna e prendere in considerazione le preferenze della persona e del partner. La disfunzione erettile può causare stress, diminuire l’autostima e creare problemi con il/la partner. Ciò significa che oltre 3 milioni e mezzo di italiani presentano un deficit dell’erezione. La funzione erettile è un processo circolatorio che richiede una buona salute cardiovascolare, adeguati livelli ormonali e la capacità mentale ed emotiva di essere adeguatamente rilassati al momento giusto.

erezione

L’erezione maschile è un meccanismo complesso e delicato, dipendente da innumerevoli fattori, e non sempre si manifesta nei contesti e nei momenti più opportuni. Mangiare sano, fare sempre più esercizio fisico, e perdere peso possono aiutare a minimizzare i problemi della DE. Smettere di fumare e ridurre il più possibile il consumo di alcol sono altre scelte importanti da fare. Una seconda via di promozione e mantenimento dell’erezione è quella dell’adenilato-ciclasi. Tale via è di estrema importanza, anche in virtù dell’esistenza di farmaci, in particolare la prostaglandina E1 , in grado di modularla .

Farsi Allungare Chirurgicamente Il Pene Elimina Il Piacere?

Questo è il motivo per cui è importante determinare che cosa sta causando lo stress e adottare misure per ridurlo. Può accadere, nella vita di un uomo, che le erezioni si indeboliscano tanto da diventare motivo di ansia e preoccupazione. Dal punto di vista evolutivo si ritiene che la sensazione di piacere così intenso legata all’orgasmo sia un meccanismo di rinforzo teso alla ricerca dell’accoppiamento ed in ultimo finalizzato alla riproduzione e al mantenimento della specie. La fase 1 è caratterizzata dall’incremento di due o tre volte della perfusione arteriosa, con assenza di variazioni della pressione intra-cavernosa.

erezione

Questa prevede il trasferimento di DNA nudo alla muscolatura liscia dei corpi cavernosi. Si tratta cioè di veicolare nei corpi cavernosi un gene, l’hSlo, che codifica per i canali maxipotassium. Ciò provoca l’apertura dei canali del potassio e, quando questo avviene, si ha il rilassamento del muscolo e quindi l’afflusso di sangue che determina l’erezione.

< h3 id="toc-1">Cosa Fare Quando Si Ha Una Caduta Dell’erezione: Terapie Proposte

Molti cercano di trattare questa condizione con il Viagra o il Cialis, ma questi farmaci non funzionano sui circuiti cerebrali, poiché agiscono solamente sul flusso sanguigno. Se lo stress o l’ansia iniziano a causare problemi di erezione, queste sensazioni spesso progrediscono e si autoalimentano, causando uno stress che causa un circolo vizioso difficile da interrompere. In questo caso è molto utile cercare di mangiare sano, rilassarsi più spesso e fare esercizio fisico, eliminare ogni fonte di stress eccessivo ed eventualmente chiedere aiuto ad uno specialista in sessuologia. Anche un terapeuta o un altro professionista della salute mentale possono essere in grado di aiutarvi; ad esempio trattare la depressione può aiutare a migliorare la DE e può apportare benefici aggiuntivi. Si può formare un ateroma, o placca aterosclerotica nelle arterie, il che significa che può fluire al pene meno sangue. Questo flusso di sangue ridotto può causare DE, così come attacchi di cuore o ictus.

A quale età si perde l’erezione?

L’impotenza è il nome comune che si attribuisce alla condizione che colpisce la capacità di un uomo di raggiungere o mantenere l’erezione o di eiaculare. Si tratta naturalmente di una forma di disfunzione erettile e le cause possono essere molteplici, di derivazione emotiva e/o fisica.

Comunemente questo fenomeno viene denominato “impotenza maschile” ma è bene non confondersi al riguardo. Secondo recenti indagini quasi un adulto su tre soffrirebbe di disturbi sessuali e possiamo dire che riguardano più di 100 milioni di uomini nel Mondo, con una percentuale che oscilla dal 25% al 40% nell’età compresa tra i 45 ed i 70 anni. Tali episodi si possono verificare saltuariamente senza provocare problemi psicologici o gestionali, ma quando si ripetono più volte si cominciano ad innescare nell’individuo questioni emotive e di relazione che provocano una netta riduzione dell’autostima con un rafforzamento dei processi disfunzionali. È anche importante ricordare che la vostra salute mentale gioca un ruolo importante per ciò che riguarda la vostra capacità sessuale tanto quanto la vostra salute fisica. Lo stress e altri problemi di salute mentale possono causare o peggiorare la disfunzione erettile. I problemi di salute minori possono rallentare la vostra risposta sessuale, ma l’ansia che accompagna la lenta risposta sessuale può bloccare del tutto le cose.

Le ecchimosi al pene, la freddezza della punta del pene e la mancanza di spontaneità costituiscono alcuni inconvenienti di questo metodo. A volte, un anello di costrizione e un dispositivo ad aspirazione vengono usati in combinazione con la terapia farmacologica. A volte, i soggetti devono provare il metodo alcune volte prima che i medici possano stabilire se è davvero efficace. I farmaci iniettati nel pene subito prima di un rapporto sono efficaci e spesso utilizzati come seconda scelta. Anche se molti uomini preferiscono i farmaci, rispetto ad altri metodi di trattamento della DE, i dispositivi meccanici offrono il vantaggio della massima efficacia e, non comportando gli effetti collaterali associati ai farmaci, sono solitamente molto sicuri.

Un Sintomo Di Priapismo

Il priapismo è un’erezione anomala dolorosa e persistente non accompagnata da desiderio sessuale o eccitazione. Si verifica comunemente nei bambini dai 5 ai 10 anni e negli uomini tra 20 e 50 anni di età. Durante l’erezione avvengono diverse modificazioni fisiologiche nel corpo, ma le più evidenti sono proprio l’ingrossamento e l’indurimento del pene, causati dal sangue che affluisce nei corpi cavernosi e nel corpo spongioso, indispensabili perché possa avvenire la penetrazione. Anche il fumo può causare disfunzione erettile, in particolare per gli uomini che fumano più di 10 sigarette al giorno. L’erezione e la detumescenza sono eventi emodinamici, regolati rispettivamente dal rilassamento e dalla contrazione delle cellule muscolari lisce .

In alcuni casi selezionati, comunque, è richiesta un escissione più completa del fascio vascolo-nervoso, ad esempio quando il paziente è anziano, quando presenta già disfunzione erettile preoperatoria o quando il tumore è esteso oltre la capsula prostatica. Indipendentemente dal tipo di intervento effettuato, già da alcuni anni si è focalizzata l’attenzione sulla riabilitazione precoce della funzione erettile dopo chirurgia pelvica. A meno di condizioni cliniche particolari, tale terapia dovrebbe iniziare a distanza di due settimane dall’intervento, in modo da aumentare considerevolmente le possibilità di recupero della potenza sessuale. Sul piano sistemico, le patologie cardiovascolari rappresentano una delle principali condizioni predisponesti per la disfunzione erettile. Un soggetto con una patologia cardiovascolare di qualsiasi tipo presenta un rischio più che raddoppiato di sviluppare un deficit erettile rispetto ad un maschio sano. L’ipertensione arteriosa, condizione estremamente frequente nella popolazione generale, determina una disfunzione erettile in circa il 20% degli uomini ipertesi.

erezione

Una delle condizioni che esclude una possibile causa organica è la presenza di erezioni notturne. È necessaria in primo luogo la stimolazione sessuale per causare il rilascio dell’ossido nitrico nei corpi cavernosi del pene. Il trattamento della disfunzione erettile richiede un complesso percorso che passa attraverso una fase di accurata valutazione del problema. Ciò allo scopo di escludere le possibili cause mediche, per arrivare al trattamento cognitivo-comportamentale .

< h3 id="toc-3">Cause Dellerezione Persistente

Il fumo è un fattore di rischio per l’aterosclerosi, quindi anche smettendo di fumarepotrebbe migliorare la funzione erettile. Anche evitare il consumazione di alcol, o diminuirne la quantitàse eccessiva, può risultare efficace. Occasionalmente, i medici iniettano un farmaco nel pene per stimolare l’erezione, e quindi utilizzano l’ultrasonografia per valutare il flusso del sangue nelle arterie e nelle vene del pene.

L’introduzione delle iniezioni intracavernose di farmaci vasoattivi ci ha permesso di studiare il pene in erezione rivoluzionando l’approccio al paziente impotente. Quando si ha il sospetto di una patologia neurologica, l’integrità del sistema può essere accertata misurando i potenziali evocati corticali e sacrali. La cute del pene viene stimolata elettricamente e vengono eseguite delle registrazioni tramite un elettrodo che valuta il muscolo bulbocavernoso; si misura il tempo che intercorre tra la stimolazione e la prima risposta a livello muscolare. Il disturbo dell’erezione è definito impropriamente anche impotenza, un termine che gli andrologi oggi utilizzano per un più ampio spettro di disturbi della risposta sessuale.

In fase di valutazione clinica sono le indicazioni all’uso per via orale di farmaci quali la Levo-Arginina o alcuni agenti Alfa-Litici come il Tradazone idrocloride, la Delequamina e la Fentolamina. Altra via di somministrazione è quella orale con l’utilizzo di farmaci quali la Pentoxifillina o alcuni estratti vegetali derivati dalla Yohimbina o simili come la Damiana . Queste sostanze hanno una blanda azione alfa-litica con conseguente vasodilatazione attiva del tessuto spugnoso dei corpi cavernosi.

  • Altra via di somministrazione è quella orale con l’utilizzo di farmaci quali la Pentoxifillina o alcuni estratti vegetali derivati dalla Yohimbina o simili come la Damiana .
  • Comunque, la DE non è considerata una parte normale dell’invecchiamento e può essere curata con buoni risultati a qualsiasi età.
  • Se la disfunzione erettile è determinata da stress, ansia o depressione, o se è causa di stress e tensioni relazionali, il medico potrebbe suggerire alla persona che ne soffre e al partner di farsi visitare da uno specialista.
  • L’assenza di erezioni può indicare la presenza di un problema organico, vascolare o nervoso.

La DE su base arteriosa deve essere presa come un importante campanello d’allarme di un possibile danno vascolare in altri distretti dell’organismo . Quindi, in presenza di una disfunzione erettile bisogna sempre indagare per escludere la presenza di patologie sistemiche in atto. La Disfunzione Erettile è definita come la costante incapacità a raggiungere e/o mantenere un’erezione che consenta di portare a termine un rapporto sessuale soddisfacente.