Uncategorized

Sesso

Se, sotto sforzo, l’apporto di sangue è adeguato, è molto improbabile un attacco cardiaco durante l’attività sessuale. Una volta conclusa l’eiaculazione o dopo l’orgasmo, le arterie del pene si restringono e la muscolatura liscia del corpo cavernoso e del corpo spongioso si contrae, riducendo l’afflusso del sangue, aumentando il deflusso del sangue e facendo in modo che il pene ritorni flaccido . Dopo l’orgasmo, gli uomini non possono avere altre erezioni per un certo periodo di tempo , spesso per solo 20 minuti o meno nei soggetti giovani, ma per periodi più lunghi nei soggetti adulti. In uno studio all’Università del Michigan condotto su donne di età è risultato che quante ancora praticavano il sesso e ne traevano piacere difficilmente avevano la pressione alta. Questo studio è stato pubblicato sul Journal of Health and Social Behavior e da un altro, uscito su Behavioral Medicine, si apprende che anche l’atto di abbracciarsi, di tenersi stretti teneramente, può aiutare a normalizzare lo stato della pressione arteriosa. Potreste tentare quest’approccio che prevede una fase di masturbazione, con conseguente eiaculazione.

attività sessuale

Dolori articolari, rigidità e deformità possono limitare l’attività sessuale in caso di artrosi dell’anca o del ginocchio. L’artrosi dell’anca è nota per limitare l’attività sessuale più dell’artrosi del ginocchio. È importante stabilire aspettative realistiche e imparare a riprendere in modo sicuro l’attività sessuale dopo l’intervento di protesi, per prevenire complicazioni. In generale, la maggior parte delle persone può riprendere in modo sicuro i rapporti sessuali dopo uno-tre mesi dall’intervento chirurgico.

Attività Fisica E Sessuale

Nel caso in cui le cause siano riconducibili a problemi nel rapporto di coppia, è indicata una terapia di coppia che, potendo scegliere tra le numerose tecniche cognitivo-comportamentali e sessuologiche, si focalizza principalmente, ma non esclusivamente, sull’ambito sessuale. Quando le difficoltà sessuali sono legate al desiderio, si parla di disturbi del desiderio. Questi si suddividono in disturbo da avversione sessuale, descritto qui sotto, e disturbo da desiderio ipoattivo.

attività sessuale

Una “lavagna virtuale” alla quale si può liberamente accedere per lasciare una testimonianza o per leggere quello che gli altri hanno scritto in un clima di intimità condivisa e di rispetto reciproco. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC. Quest’aspetto diventa ancora più delicato quando si parla di pubertà, ovvero di giovani ragazzi e adolescenti che scoprono la loro sessualità nella malattia. Flatulenza, gonfiore e crampi addominali con diarrea, rappresentano i sintomi tipici delle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali e sono delle reali complicazioni di difficile gestione quotidiana che altera lo stile di vita del paziente. La fatica può raggiungere livelli tali da causare reali problemi funzionali nell’uomo, in particolare l’impotenza.

< h3 id="toc-1">Allevia Il Dolore

Detta anche eiaculazione secca, l’eiaculazione retrograda consiste nell’espulsione, in tutto o in parte, del liquido seminale verso la vescica piuttosto che verso l’esterno. Per affrontare il problema nel primo caso è necessaria una terapia medica specifica, nel secondo unapsicoterapia cognitivo-comportamentalecon ricorso a tecniche specifiche, come gli “esercizi di Kegel”, che consentono di ottenere una migliore dilatazione vaginale. La fase dirisoluzione, che segue l’orgasmo, è caratterizzata da una sensazione di rilassamento muscolare e di benessere generale; l’eccitazione svanisce lentamente nelle donne mentre ha un crollo rapido nell’uomo.

  • Tuttavia, lo studio ha anche concluso che alti livelli di attività sessuale potrebbero aumentare il rischio di eventi cardiovascolari negli uomini.
  • Non esisterebbe quindi alcun ruolo benefico dell’eiaculazione nei confronti della prostata, del suo volume o dell’insorgere del cancro1.
  • Alcuni studi recenti, per esempio, hanno mostrato che più a lungo si resta sessualmente attivi, più a lungo si preservano la memoria e alcune funzioni esecutive superiori, come la capacità di prendere decisioni.
  • Mentre è stato dimostrato che un tempo sedentario pari o superiore alle 6 ore è collegata a condizioni di salute fisica e mentale peggiori.

La nozione di dipendenza sessuale (o ipersessualità) a volte è confusa con la normale, positiva, piacevole ed intensa sessualità goduta dalla popolazione normale. Questo disturbo, noto anche comedisfunzione erettile,consiste nell’incapacità di raggiungere o mantenere l’erezione per un tempo sufficiente ad avere un’attività sessuale soddisfacente. In genere provoca un forte disagio e la persona tende a non affrontare l’argomento con il partner o con uno specialista.

Il Decalogo: Ecco Perché Il Sesso Fa Bene Alla Salute

L’intimità diventa quindi una reale fatica da affrontare e spesso chi soffre di IBD rinuncia alla propria sessualità. Naturalmente questi vari gradi d’affaticamento possono arrivare a rendere difficoltose oltre che al sesso e la sessualità, anche tutte le attività quotidiane. Vediamo quindi insieme quali sono i problemi legati alla sessualità nelle MICI e come imparare a gestirli per un’intimità personale e di coppia soddisfacente. Di sesso e sessualità se ne discute spesso quando tutto funziona bene, invece se ne parla poco e in modo non costruttivo quando ci sono delle difficoltà e problemi. È necessario considerare anche il ruolo che i betabloccanti hanno nel ridurre la libido e nel provocare la disfunzione erettile. Nella maggioranza dei casi, per quanto riguarda la disfunzione erettile, potrebbe essere più efficace prescrivere il un inibitore della 5PDE prima del coito piuttosto che cambiare il betabloccante o ridurne la dose.

Negli anziani l’assunzione cronica di medicinali è molto più frequente che nei giovani e questo fatto può avere, non raramente, un effetto negativo sulla vita sessuale perché diversi medicinali possono provocare disfunzione sessuale. La disfunzione erettile è risultata essere un fattore di rischio indipendente per l’insorgenza di eventi cardiovascolari e per la mortalità. Negli uomini la disfunzione sessuale ha una maggiore prevalenza negli ipertesi rispetto ai normotesi. È localizzata al di sotto della vescica, a circondare il primo tratto dell’uretra, ed è in stretta comunicazione con i testicoli e le vescicole seminali. Si comprende, quindi, come la prostata sia un “crocevia” importante delle vie genito-urinarie maschili e come la qualità della minzione e dell’attività sessuale siano strettamente correlate” dichiara lo specialista.

Come controllare il riflesso eiaculatorio?

La tecnica dello squeeze prevede di arrivare ad un maggior controllo del riflesso eiaculatorio attraverso una pressione esercitata alla punta del glande e alla base del pene, non appena ci si accorge che sta arrivando il momento dell’orgasmo.

Entrambi i disturbi del desiderio sessuale richiedono unapsicoterapia cognitivo-comportamentaleche, passo dopo passo, rimuova quegli ostacoli che impediscono di vivere pienamente la sessualità. Come le donne, anche gli uomini possono provare un’intensa ansia all’idea di avere un contatto fisico con la partner e la repulsione può riguardare tutti i modi di fare sesso o specifiche pratiche. Le più frequenti cause di questo atteggiamento sono l’aver subito molestie sessuali nell’infanzia/adolescenza e una confusione riguardo le proprie tendenze omo- o etero-sessuali. Risulta anche in questo sfatato ilfalso mitosecondo il quale i maschi debbano sempre provare desiderio per potare a termine un rapporto sessuale. Soffrono di disturbo del desiderio sessuale soprattutto le persone con depressione o che abusano di alcol o di sostanze stupefacenti. Con il termine dispaurenia si intende la comparsa frequente o continua di un dolore a livello genitale durante il rapporto sessuale.

In aggiunta, il medico potrebbe valutare l’associazione alla terapia principale per IBD di altre terapie farmacologiche e ormonali per mitigare le problematiche fisiche e funzionali di natura sessuale, come l’assenza di libido o l’impotenza. È essenziale evitare d’amplificare il problema, scegliendo la soluzione più adatta a migliorare la qualità della propria vita personale e di coppia. Naturalmente avere problemi di IBD che si ripercuotono sulla sfera sessuale, non significa praticare l’astinenza e soffrire. Infatti spesso il dolore addominale e genitale nelle donne durante l’attività sessuale potrebbe nascondere importanti complicanze legate alla MICI meritevoli d’approfondimento. Nelle persone che soffrono di Morbo di Crohn o Colite Ulcerosa, la paura di un “attacco” sintomatico improvviso, crea uno stato di imbarazzo che di fatto, blocca la ricerca dell’intimità, nonostante non manchi il desiderio. Le carenze nutrizionali di vario grado e livello si manifestano sul fisico con una sensazione d’affaticamento continuo, fino ad arrivare a una vera e propria stanchezza cronica.

Avererapporti sessualiuna o due volte la settimana sembrerebbe la frequenza ottimale per potenziare ilsistema immunitario, stando alla ricerca pubblicata suPsychological Reports. Gli scienziati possono verificare quanto sia adeguato il nostro sistema immunologico misurando i livelli di un anticorpo detto immunoglobulina A . Il docente Carl Charnetski, della Wilkes University in Pennsylvania , ha trovato scoperto che le persone con questo ritmo di incontri intimi presentano un 30 per cento in più di IgA rispetto a chi faceva l’amore di più o di meno.

Il sesso per alcuni pazienti, può arrivare a essere difficile a causa dei sintomi che limitano la vitalità e l’attività sessuale sia nelle donne sia negli uomini. Conoscere i problemi legati tra queste patologie croniche e il sesso, rappresenta spesso per le donne e gli uomini la chiave per raggiungere quella consapevolezza essenziale per trovare soluzioni utili, imparando a gestire l’intimità nella malattia in modo soddisfacente. Nel caso delle MICI o IBD come sono chiamate nel resto del mondo, sono patologie croniche che comprendono il Morbo di Crohn e la Colite Ulcerosa; in questo articolo affronteremo i problemi e il difficile rapporto tra sessualità e sesso nei pazienti affetti da queste malattie. All’inizio sembrava ragionevole attendere un po’ di tempo poiché erano trascorse solo 12 settimane dall’infarto.

Andiamo Ad Analizzare Tutti Gli Effetti Positivi Nel Mantenere Una Sana Vita Sessuale Oltre I 50 Anni

Per i soggetti che soffrono di dipendenza sessuale è stata dimostrata l’efficacia di programmi di trattamento integrato che includono la terapia di gruppo, la psicoterapia individuale e quella farmacologica. A livello economico, la dipendenza sessuale può comportare spese quali la prostituzione, la pornografia, gli strumenti sessuali, la telefonia erotica, costi legali in seguito a reati a sfondo sessuale o per il divorzio. La dipendenza sessuale rientra nella categoria delle “dipendenze comportamentali“, cioè di comportamenti patologici che coinvolgono oggetti o attività apparentemente innocue.

Il 75% degli uomini anziani deambulanti è ancora sessualmente attivo, mentre lo è solo un sesto di quelli con problemi di mobilità. Numerosi studi hanno mostrato, sia negli uomini che nelle donne, l’esistenza di una associazione tra la presenza di fattori di rischio cardiovascolare e la disfunzione sessuale. Se la causa è di natura organica, per esempio un’infiammazione o una carenza ormonale, il problema si risolve con un’adeguata terapia medica. Nella fase dieccitazionecompare una sensazione di piacere sessuale accompagnata da cambiamenti fisici, l’erezione nell’uomo e la lubrificazione nella donna. L’attività sessuale praticata in modo costante e senza eccessi garantisce il benessere dell’uomo, migliorandone lo stato di salute.